Crea sito

La mia analisi:Il materiale è pari. Il Bianco gode di un certo vantaggio di spazio al centro e sull'ala di Re, il Nero sull'ala di Donna. La struttura pedonale è migliore per il Nero, dato che il Bianco soffre della presenza dei pedoni doppiati in c2-c3. Per quanto riguarda il confronto dei pezzi, le Torri sono passive per entrambi, dato che non sono ancora state mosse dalle loro case di partenza, con entrambi i giocatori che hanno scelto addirittura di non arroccare. Dei due pezzi minori l'Alfiere del Bianco vince il confronto con quello del Nero, dato che l'Ad7 è cattivo (ma non completamente passivo, dato che sta difendendo), mentre i Cavalli sembrano abbastanza pari. E' chiaro che il Bianco ha l'intenzione di cambiare il suo Alfiere con il Cavallo del Nero, in modo da rimanere  con un Cavallo buono contro un Alfiere cattivo e per questo motivo l'ha posto sulla casa b5, difeso dal pedone a4. Tuttavia questa difesa è molto debole, dato che in effetti il pedone a4 è inchiodato sulla indifesa Ta1. Se ne deduce che in effetti il Nero PUO' attaccare l'Ab5 e scopriamo che lo può fare addirittura guadagnando un pedone con 1..., Cxe5; 2. AxA, CxA. A parte il guadagno del pedone il Nero può essere soddisfatto dall'aver cambiato il proprio Alfiere cattivo, di essere rimasto con un Cavallo buono, di avere impedito al Bianco il progettato scambio dell'Ab5 per il Cc6! Se 2. CxC, AxA; e il Nero rimane sempre col pedone in più e adesso con un Alfiere "buono" in b5, ora attivo sulla diagonale f1-a6, fuori dalla propria catena di pedoni centrali.

La lezione del GM Schwartzman
 : Questo puzzle deve essere stato abbastanza facile, vero? Devo ammetterlo, dopo tanti puzzle difficili, finalmente ne ho scelto uno facile... anche se con dei buoni contenuti istruttivi! La posizione in se stessa è tratta da una partita che ho giocato a Orlando contro un esperto scacchista, alcuni anni fa. Stavo giocando con il Nero, ed ero piuttosto soddisfatto della posizione raggiunta. Perchè non avrei dovuto esserlo?
Per molto tempo avevo progettato di raggiungere la casa a5 con la mia Donna, e mi sentivo orgoglioso di aver raggiunto questo obiettivo. Questo perchè la mia Donna, insieme ad altri miei pochi pezzi aveva fatto un buon lavoro, riuscendo ad impedire l'arrocco al Bianco, tramite l'applicazione di una forte pressione sul pedone d4.
Cercate adesso di immaginare la posizione con il pedone bianco ancora in a2 e l'Alfiere in d3. Il mio avversario, David Winkler, aveva un piano abbastanza buono: cambiare il suo Alfiere per il mio Cavallo in c6. Dimostrando una buona comprensione posizionale, aveva visto che il suo Cavallo era molto migliore del mio Alfiere, mentre il suo Alfiere sarebbe diventato non troppo buono, se in qualsiasi momento avessi deciso di giocare la spinta c5-c4.
Da un punto di vista strategico quindi, giocare a2-a4 e Ad3-b5 era sufficientemente motivato. Ma la strategia è solo la prima metà del gioco degli scacchi... e spesso non è la parte più importante.
Fondamentalmente, quello che fece il Bianco fu di trovarsi impigliato in quella specie di combinazione che potrebbe chiamarsi del tipo 'NON E' QUEL CHE SEMBRA'. Dopo tutto, a2-a4 l'aveva giocata solo per difendere la casa b5, in modo che potesse essere occupata dall'Alfiere. Almeno questo era quello che poteva sembrare ragionevole. Invece la realtà effettiva era  che la difesa dell'Alfiere risultava molto inefficace, risultando alla fine un vero e proprio errore serio di valutazione. Chiaramente il Bianco non si era affatto reso conto che il pedone a4 risultava inchiodato. E in effetti, quando mai vi è capitato in partita di pensare a questa condizione per qualche vostro pedone? Comunque sia, nel nostro caso questa condizione del pedone a4 del Bianco si rivela MOLTO importante. Dato che la Ta1 è indifesa, il pedone a4 è inchiodato e ciò rende inesistente il supporto che può dare a difesa dell'Alfiere in b5.
Okay, abbiamo stabilito che questo è un fatto, ma dove diavolo sta la combinazione a favore del Nero? Bene, fatemi esprimere il concetto in questo modo: se un Alfiere avversario quasi indifeso si trova nella stessa diagonale di un mio Alfiere, con un mio Cavallo nel mezzo, quale pensate sia la chiave della combinazione?
L'ATTACCO DI SCOPERTA, naturalmente!

Trovare allora la combinazione in questa posizione diventa tanto semplice quanto verificare tutte le possibili mosse del nostro Cavallo. Eliminata rapidamente la possibilità di 1..., Cxd4, non ci vuole molto a trovare la ovvia, migliore mossa: 1..., Cxe5!
Questa mossa possiede tutti gli ingredienti richiesti per  giustificare l'esistenza della combinazione: apre la diagonale e8-a4, minacciando così l'Ab5, e allo stesso tempo il Cavallo difende il nostro stesso Alfiere nel caso il Bianco si decida per la sua cattura, sicchè può ricatturare in d7 ritirandosi dalla pericolosa casa e5...
Bene, in questa posizione per il resto equilibrata, immediatamente la mossa 1..., Cxe5 fa pendere la bilancia a favore del Nero. La continuazione 2. Axd7, Cxd7 lascia il Nero con un pedone in più, un buon Cavallo e una buonissima struttura pedonale. In partita il Bianco continuò con 2. Cxe5 e dopo 2..., Axb5; 3.Rf2, Aa6 non vi è alcun dubbio che la posizione migliore è quella del Nero, e perchè...