Crea sito

La mia analisi: Questa è stata veramente dura, ma mi ha dato molta soddisfazione, quando l'ho risolta. Allora, Il Bianco ha un pedone in più, ma non è affatto questo il fattore più importante della posizione. Il fattore più importante della posizione è LA DEBOLEZZA DELL'OTTAVA TRAVERSA DEL NERO. Questa è resa ancora più debole dalla posizione del proprio Re, che sembra già trovarsi all'interno di un possibile schema di matto, vedi la bella posizione dell'Ah6  e le inesistenti vie di fuga per il Re, grazie anche alla posizione inchiodata della Tf7. Sembra però che il Bianco non stia combinato molto bene: ha la Donna indifesa ed attaccata, come pure la Ta7, che è attaccata in due. Se toccasse al Nero, questi potrebbe catturare tranquillamente la Donna Bianca, dato che l'ottava traversa rimane difesa , non solo dall'Alfiere in e4, ma dalla stessa Donna del Nero che, dopo aver catturato la Donna Bianca, può rientrare in ottava.
Tuttavia è proprio questa cattura il motivo del più grosso problema per il Nero: essendo la mossa del Bianco (per fortuna), questi, con la propria mossa, deve riuscire a sfruttare il "sovraccarico" di compiti della Dc8, che deve difendere l'ottava traversa, la Tc7 e se stessa!! (si potrebbe dire "autosovraccarico" o "self overload"
?). Mi sono reso conto (ma in effetti DOPO aver "trovato" la soluzione, e qui il virgolettato vorrebbe rendere l'idea dei fumosi e furiosi rimuginamenti del muovere i pezzi solo con gli occhi) che in sostanza con Dc8xDe6 il Nero lascia la difesa delle case b8, d8 ed e8, ma non di a8, che rimane in carico all'Alfiere in e4. Da principio mi ero fissato proprio sulla casa a8, e non mi poteva pace che il Nero si trovasse con la fortuna di avere l'Alfiere che difende a8:  è stato frustrante vedere l'insuccesso del tentativo 1. Txc7?!, (questa mossa "gode" del vedere l'altra Torre del Nero inchiodata, dell'attacco che porta alla Dc8 senza che questa possa ricatturarla a causa del realizzarsi di quello schema di matto che avevo detto prima, e infine dell'attacco all'inchiodata Tf7) Dxe6!; 2. Ta8+, Axa8;. Non vedendo alcun modo di deviare l'Alfiere del Nero dalla difesa della casa a8, mi andavo convincendo sempre di più che al Bianco non rimanesse altro che andare in finale dopo il cambio delle Donne, con 1. DxD, TxD; 2. Txf7, Rxf7; 3. Ta7+, Re8. Assolutamente insoddisfacente! In pratica libero il Nero di tutti i suoi problemi.
Dopo un pò di "rimuginio" e tentativi di trasposizioni di mosse, trovo la soluzione, 1. Td1!! e, ripeto, solo dopo mi rendo conto che questa mossa sfrutta la debolezza della casa d8, lasciata indifesa nel caso il Nero risponda con 1..., DxD. dopo la quale il Nero subirebbe il matto. Inoltre, dato che il Nero non può eseguire 1..., DxD, questo significa che è la SUA Donna ad essere attaccata dalla mia, pur essendo questa indifesa, che l'inchiodatura sulla Tf7 rimane, come pure, di conseguenza, il blocco sulla sua casa della Tc7. In fondo, mi dico, tutte le cose belle della mossa 1. Txc7 non solo rimangono, ma vengono amplificate e l'eventuale 2. Txc7 risulterà molto più devastante di 1. Txc7. In pratica il Nero ha le due Torri bloccate e la Donna costretta alla difesa dell'ottava traversa! Cosa può rispondere? Se 1..., Af5; 2. Txc7!, Axe6; 3. TxD+, AxD; 4. Td8+, Tf8; 5. Txf8#. Effettivamente notevole!

La lezione del GM Schwartzman: Fondamentalmente, quello che mi piacerebbe fare con questa lezione, sarebbe ricreare il più precisamente possibile l'esatto processo di pensiero che la mia mente ha seguito nel cercare di risolvere questo puzzle. Anche se non posso pretendere che questo sia il modo perfetto di pensare, in posizioni simili, spero vi sia di molto aiuto conoscere il modo in cui pensa un GM sulla scacchiera...
Iniziamo: quando vidi questa posizione per la prima volta, prima di cominciare a calcolare, con la forza di volontà mi sono imposto di effettuarne l'analisi. Dopo tutto, sono così tanti i pezzi in presa, che ci vuole effettivamente forza di volontà per non precipitarsi immediatamente nel calcolo.
Cosa venne fuori dalla mia analisi?. Il risultato fu abbastanza simile alle nostre abituali "analisi della posizione". Dopo aver realizzato che avevo un pedone in più, immediatamente notai che gli Alfieri sono di colore opposto, il che significa che un semplice finale di pedoni sarebbe stato un pò più difficile da vincere. Il che significa anche che se c'è una sola opportunità di vincere la partita nel medio gioco, dovrei coglierla al volo.
Allora, la mia attenzione fu immediatamente attratta dalla posizione del Re del Nero, così cominciai a dissezionare tutte le relazioni tra i pezzi sulla mezza scacchiera dalla parte del Nero. Ovviamente, vidi il mio bellissimo Alfiere in h6 e, mentre realizzavo che era in pericolo di essere intrappolato da g6-g5, fui molto più interessato all'abilità dell'Alfiere stesso di controllare la casa f8, e da qui, il matto che avrei potuto realizzare con uno qualsiasi dei miei pezzi che avesse dato scacco sull'ottava traversa.
A questo punto mi si accese la prima "lampadina": Avevo bisogno di uno scacco sull'ottava traversa. Ma, ancora una volta, prima di cercare il modo giusto di farlo, continuai nel cercare di capire la posizione nella sua interezza.
Così realizzai tutte le cose più ovvie:

  • che la Torre in f7 è inchiodata dalla mia Donna,
  • che la mia Donna è attaccata dalla Donna del Nero,
  • che la Tc7 del Nero non sta realmente minacciando di catturare la mia Ta7, dato che è bloccata nella difesa della Donna del Nero e, finalmente,
  • il fatto piuttosto importante che la casa a8 è controllata dall'Alfiere in e4.

A questo punto, fui soddisfatto dalla mia analisi della posizione, e cominciai a guardare alle mosse che avrei potuto prendere in considerazione. Devo ammettere che cominciai con Txc7, Dxc8, Ta8, Dxf7, e tutte le possibili catture immediate. Realizzai che non avrebbero funzionato, e per una semplice ragione: per la presenza dell'Alfiere del Nero in e4. Per esempio, dopo 1. Txc7, il Nero non può certo ricatturare la Torre, però può invece catturare la mia Donna, e utilizzare l'Alfiere per impedirmi 2. Ta8...
Il mio primo pensiero in questa situazione fu quello di cercare di sbarazzarmi dell'Ae4. Così cominciai a pensare ad una mossa come 1. f3... Ma poi capii che il Nero minacciava realmente dicatturare la mia Donna, perchè dopo 1..., Dxe6; 2. Ta8+, Axa8; 3. Ta8+ non è scacco matto, poichè il Nero può giocare 3..., Tc8, difendendo questa Torre con la Donna.
Devo ammettere che dopo aver visto ciò, pensai immediatamente che avevo bisogno non solo di sbarazzarmi dell'Ae4, ma anche di controllare la casa c8, in modo che in caso di scacco, il Nero non abbia realmente alcuna difesa.
Questo è stato il modo in cui sono arrivato alla mossa corretta:
1. Td1!!
Questa mossa soddisfa tutti i criteri suddetti. Anche se non mi sbarazzo dell'Ae4, cambiando colonna alla mia Ta1, essa prenderà di mira la casa d8, che non è controllata dall'Alfiere...La casa d8 è anche vicina alla colonna c, il che significa che adesso il Nero non può più catturare la nostra Donna, perciò la mossa in realtà costituisce un modo indiretto di difendere la Donna... In aggiunta, adesso la 2. Txc7 diventa una minaccia alla stessa ottava traversa...
Bene, adesso rimane solo da valutare le possibili risposte del Nero, e il modo in cui sono preparato a replicare a queste risposte. Fui piacevolmente sorpreso quando vidi che il Nero non aveva realmente molte difese. Come può difendere la minaccia Txc7? La mossa 1..., Txa7 è fuori questione, dato che perde la Donna; la mossa 1..., Db8 non aiuta più di tanto, poichè dopo 2. Txc7, Dxc7; 3. De8+ pone fine alla partita. Neppure 1..., Ab7; aiuta il Nero. Se entrambi le Torri del Nero e la Donna sono occupate a difendere altro, ciò significa che niente sta difendendo l'Alfiere... Perciò, dopo 2. Txb7! il Nero non potrà ricatturare la Torre... Anche 1..., Rh8 (il Nero toglie dall'inchiodatura la Tf7) fallisce a causa della semplice 2. Dxc8, Txc8; 3. Txf7. Cosa rimane allora al Nero ? Cosa ne dite di 1..., Af5?. Neanche questa aiuta molto il Nero, perchè posso cambiare tutto e dare il matto dopo
: 2. Txc7, Axe6; 3. Txc8, Axc8; 4. Td8+, Tf8; 5. Tf8#.

Bene, avendo analizzato così tante mosse, ho finito il lavoro del Bianco? Non ancora. Poichè l'intera idea della mia mossa è basata sull'ottava traversa, ogni modo che il Nero ha di portare ulteriori difese in quell'area, va attentamente considerato. Ecco perchè non deve essere trascurata la possibile risposta 1..., Ac6!. Questa mossa controlla la casa e8. E' importante questo controllo? Certo che lo è, dato che la nostra casa-chiave è d8, ed e8 si trova tra questa casa ed il Re Nero, perciò il Nero vi potrà realizzare una utile interposizione...Ma, prima di perdere ogni speranza, ho cominciato a calcolare la variante concreta: 2. Txc7, Dxe6 (sorprendentemente, anche 2..., Dxc7 non funziona, dato che la Donna nera è legata alla protezione della casa d8, il che permette la semplice 3. Dxc6).
Cosa fare adesso? Ho perso una Donna, e 3. Td8+ non dà niente a causa di  3..., Ae8. Bene, non ho ancora dimenticato l'idea di sbarazzarmi dell'Alfiere nero, nè ho dimenticato il fatto che la Donna da sola non è abbastanza forte da fermare lo scacco matto. Il che rende 3. Txc6 una mossa realmente attraente, dato che non solo il Nero non può ricatturare, ma la sua Donna è anche sotto attacco. Per fermare il matto e preservare la sua Donna, il Nero non ha altra scelta che portare la sua Donna sull'ottava traversa, con 3 ..., De8. Ma accade che ciò permetta di creare le condizioni perfette per intrappolare la Donna ed il Re sulla stessa traversa, con la mossa 4. Tcd6.
A causa della minaccia Td8, il Nero non ha alcun modo di tenere in gioco attivo la sua Donna e tenersi fuori dal matto, senza una seria perdita di materiale...
Penso che questo puzzle sia un esempio molto chiaro di quello che può provocare la debolezza dell'ottava traversa (o la prima), anche se i pedoni 'f' e 'g' sono già stati mossi...




---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
N.d.T.: La posizione iniziale è tratta dalla seguente partita (35.ma mossa)
Wikman, Nils Ragnar - Kanko, Iikka (Finlandia, 1973)
1.e4 d6 2.d4 Nf6 3.Nc3 g6 4.Nf3 Bg7 5.Bc4 0-0 6.h3 c6 7.0-0 b5 8.Bd3 b4 9.Ne2 Bb7 10.a3 c5 11.dxc5 Nxe4 12.cxd6 Qxd6 13.axb4 Qxb4 14.c3 Qd6 15.Bf4 Qd5 16.Bxe4 Qxe4 17.Ra4 Qe6 18.Ned4 Qd7 19.Ne5 Qd5 20.Ndf3 Bxe5 21.Bxe5 Nd7 22.Rd4 Qb5 23.Rxd7 Bxf3 24.Qd4 Bc6 25.c4 Qb4 26.Rc7 Rac8 27.Rxa7 f6 28.Bf4 e5 29.Bd2 Qb8 30.Qc5 Bb7 31.Qb6 Rf7 32.Rfa1 Be4
33.Qe6 Rcc7 34.Bh6 Qc8 35.Rd1 1-0