Crea sito

La mia analisi: Il materiale è pari. Il Bianco ha i pedoni deboli in c2, c3, f2 e a5, Il Nero in g5, f7 e b7. Il Bianco è in vantaggio di spazio al centro, però questo è bloccato, con a disposizione nessuna spinta di rottura. Per quanto riguarda i pezzi l'Alfiere ed il Cavallo del Nero sono passivi, ma lo stesso si può dire per il Bianco che, anzi, ha l'Ah3 sotto attacco e debolmente difeso dalla sola Dg4. Quest'ultima sembra meglio posizionata della Donna del Nero, però è resa debole dal compito di difesa dell'Ah3. Infine il Nero ha le prorie Torri migliori di quelle del Bianco: la Ta1 sembra fuori gioco (anche quando progettasse di occupare la colonna 'b' semi aperta) e la Te1 starebbe meglio in h1 a difendere l'Ah3. Invece la Th6 del Nero già occupa l'unica colonna aperta e da quì già attacca l'Ah3, che ha il difetto di essere difeso solo dalla Donna. Il fattore principale della posizione quindi risulta essere la tensione sulla colonna 'h', dove il Nero può agire sfruttando il tema dell'"allontanamento del difensore", allontanare cioè la Dg4 dalla difesa dell'Ah3, e anche il fatto che la Te1 è indifesa. Perciò 1..., f5; 2. exf6, Cxf6; 3. Dxe6, Te8.

La lezione del GM Schwartzman: Ho scavato fra la collezione delle mie partite e ne ho trovato una che ben si adatta per una lezione. Avevo giocato la variante Mac Cutcheon della Difesa Francese, e dopo alcuni lievi errori del mio avversario, mi sono ritrovato in una posizione molto confortevole. Quando il Cavallo del Bianco era ancora in f3, il problema grosso era, naturalmente, la Dg4: non aveva alcuna casa dove andare. Avevo visto questo fatto un pò di tempo prima, e le mie poche ultime mosse le avevo finalizzate allo scopo di avvantaggiarmi di questa situazione: Th8-h6 aveva avuto lo scopo  di fornire una qualche protezione indiretta al pedone e6, Rc8-b8 quello di togliere il Re dalla diagonale h3-c8 controllata dalla Donna bianca e, finalmente, De7-d8 quello di togliere la Donna dalla colonna 'e', pericolosamente controllata dalla Te1 del Bianco. Ovviamente, la mia idea principale stava tutta nel poter giocare f7-f5. La mossa sembrava assolutamente forte, eccetto per il fatto che dovevo considerare la presa en passant del Bianco. Credetemi, questo era uno di quei momenti in cui ho ardentemente desiderato che tale regola, la cattura en passant, non fosse mai stata inventata...Naturalmente, dopo tale cattura il mio pedone e6 diventa una grossa debolezza, ed anche se avevo cercato il miglior modo di proteggerlo, semplicemente non c'è alcun modo veloce di farlo... 
E tutte le mosse precedenti del Bianco erano servite allo scopo di incrementare la pressione sullo stesso pedone e6: Te1, Ah3...Ma naturalmente, a quel punto (con il Cavallo del Bianco ancora in f3) il Bianco doveva pensare a rimuovere il suo Cavallo o il suo Alfiere dalla loro casa, dato che una volta che la Donna ha lasciato la casa g4, niente avrebbe potuto impedire la forchetta con g5-g4. Fortunatamente (per me :-), il mio avversario scelse di rimuovere il pezzo sbagliato con Cf3-d2. Ad una prima occhiata la mossa sembra giusta: dopo tutto, la Donna avrebbe avuto più case dove andare, la qual cosa è sempre una cosa buona... Come spesso accade, il Bianco aveva commesso uno degli errori che si vedono più spesso giocando a scacchi: si era fermato prematuramente nel calcolo delle possibili varianti. Aveva visto la minaccia g5-g4, cosicchè aveva pensato che sarebbe sparita, ed ogni cosa tornato al suo posto, secondo la variante 1. Cf3-d2, f5; 2. exf6, Cxf6; 3. Dxe6. Per dirvi la verità, chiunque giocando con i Neri in questa posizione potrebbe fare lo stesso errore, e così mettersi semplicemente a cercare un qualche altro modo per vincere la partita. Che grosso errore sarebbe questo...
Così, che ci crediate o no, la mossa giusta per il Nero è 
1..., f5!

Anche se la Dg4 ha adesso tante case in cui poter andare, ha difficoltà a lasciare proprio la casa g4, poichè deve prendersi cura del povero Alfiere in h3. Il che lascia al Bianco solo la possibilità di prendere en passant: 2. exf6. Dopo la ovvia 2..., Cxf6; e la forzata 3. Dxe6, la posizione si presenta effervescente.

Così, entrambi arriviamo alla posizione per cui ci eravamo preparati. Apparentemente, il Bianco sembra avere ogni cosa ben sistemata. La sua Donna è senza più problemi, ha vinto un pedone, il Cavallo non è più sotto la minaccia della forchetta, ed ogni cosa sembra più o meno difesa.
Potreste ricordare che in una delle mie precedenti lezioni ho menzionato una delle più importanti domande che ci dovremmo porre, dopo ciascuna mossa:
"Cosa ha cambiato questa mossa nella posizione?". Quando cercate di rispondere a questa domanda, non limitatevi ai cambiamenti "geograficamente" immediati, ma anche a quelli profondi e indiretti. Ricordate la mossa Cf3-d2?.
Bene, possiamo vedere sia alcuni cambiamenti che questa mossa crea nella posizione: essa dà alla Donna più case e porta il Cavallo al riparo dalla forchetta g5-g4, ma anche un altro cambiamento che il mio avversario non aveva notato: la Te1 perde il suo unico difensore. Nella posizione iniziale, questo cambiamento non sembra gran chè, ma se lo tenete a mente per un paio di mosse
e lo applicate alla situazione che viene fuori dopo 3. Dxe6, improvvisamente appare all'orizzonte una mossa molto forte: 3..., Te8!
Vi sembra che debba aggiungere altro? Probabilmente no! Il Bianco si ritrova in una posizione terribile: o dà la Donna per la Torre, o perde un'intera Torre... In entrambi i casi, la partita non sarebbe durata a lungo :-).







--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
N.d.T.: La posizione iniziale è tratta dalla seguente partita (24.ma mossa)
Valvo, Michael J - Schwartzman, Gabriel (Dallas, 1996)
1.e4 e6 2.d4 d5 3.Nc3 Nf6 4.Bg5 Bb4 5.e5 h6 6.Bd2 Bxc3 7.bxc3 Ne4 8.Qg4 g6 9.Bd3 Nxd2 10.Kxd2 c5 11.Nf3 Bd7 12.Qf4 Bc6 13.a4 Nd7 14.a5 a6 15.h4 Qe7 16.Rhb1 c4 17.Bf1 0-0-0 18.Re1 Rdg8 19.g3 g5 20.hxg5 hxg5 21.Qg4 Rh6 22.Bh3 Kb8 23.Kc1 Qd8 24.Nd2 f5 25.exf6 Nxf6 26.Qf3 Rxh3 27.Rxe6 Ne4 28.Rxc6 Nxd2 29.Kxd2 bxc6 30.Rb1+ Ka8 31.Qf7 Qc8 32.Rb6 Rgh8 0-1