Crea sito

La mia analisi: Il materiale è pari. Il Nero ha la coppia degli Alfieri, ma in questo caso il Cd5 del Bianco vale quanto e più di un Alfiere, dato che è avanzato al centro. Non può essere cacciato con c6 a causa di Cc3 e Axc3 darebbe al Bianco il dominio della diagonale lunga che punta sull'arrocco del Nero. Inoltre diventerebbe troppo debole il pedone d6 (diventerebbe un pedone arretrato). I Re sono entrambi al sicuro. Il vantaggio del Bianco consiste nel possesso della colonna 'b' aperta e di un certo maggiore spazio al centro e sull'ala di Donna. L'unico pezzo nero indifeso è la Te8, il Bianco non ha pezzi indifesi. La Te8 è l'unico pezzo che difende l'ottava traversa, forse insieme all'Ag7. La Donna del Bianco è mal posta, dato che deve difendere c4. Anche l'Af2 sarebbe meglio riposizionarlo sulla diagonale lunga, magari per cambiarlo con l'Ag7. Il Nero ha Tb7, per opporsi sulla colonna alla Tb1. Mossa candidata Cc3: blocca la diagonale permettendo con Tb2 il raddoppio delle Torri sulla colonna 'b', minaccia attivamente sia Cxa4 che Cb5. Nel caso il Nero lo cambi con l'Ag7, il Bianco occupa la diagonale lunga.

La lezione del GM Schwartzman: Molti di voi hanno sostenuto, ed io sono totalmente d'accordo, che una combinazione, non importa quanto difficile, è spesso più difficile da trovare di una mossa strategica, per quanto bella ed "intelligente". Perchè? Perchè se voi sapete "prima" dell'esistenza di una combinazione sulla scacchiera, potete spendere ogni vostra risorsa per trovarla, e non smetterete di cercare fino a quando non l'avrete trovata. Non solo, ma si sa anche che c'è solo un modo giusto di giocare! La strategia è differente. E' difficile dire per certo che cosa sia giusto strategicamente, e ciò dipende anche dalla forza del giocatore. Lo paragonerei al ritorno a casa da un test, e all'insicurezza del risultato ottenuto, a causa del fatto che era un saggio d'esame e non un test a scelta multipla...
Ad ogni modo, la posizione data è molto interessante, come potrete facilmente realizzare solo analizzandola attentamente. Entrambi i giocatori hanno un certo numero di vantaggi, e sembra difficile decidere chi dei due ha quelli maggiori e più importanti.
Cominciamo con il Bianco:

  • Un potente Cavallo in d5 che sfortunatamente può essere rimosso in qualsiasi momento a causa di c7-c6;

  • Una bella Torre in b1, che controlla l'unica colonna aperta;

  • Un buon Alfiere in f2, ma un pò bloccato dal pedone c5;

  • Una struttura pedonale meno buona, a causa dei pedoni isolati in a3 e c4.

Per il Nero:

  • Una grande coppia di Alfieri, che rende la vita difficile al Bianco;

  • Una batteria piuttosto buona di Donna e Torre sulla colonna 'a' semiaperta, con lo specifico obiettivo del pedone a2;
  • Una buona struttura pedonale, con la sola ovvia debolezza in c7.

Quello che è spesso molto importante dopo aver analizzato la posizione, è identificare il motivo più importante, la unica cosa che rende la posizione quella che è. In questo caso vorrei dire è chiaramente l'Ag7. Perchè? Perchè l'Ag7 è l'unico che sta difendendo il Re Nero, è il solo che controlli la casa b2, in questo modo bloccando il raddoppio delle Torri bianche sulla colonna 'b', in conclusione è il fattore che rende la posizione del Nero superiore.
Se capite tutto questo, e vi aggiungete il fatto che il vostro Af2 non è al massimo delle sue capacità, il piano giusto improvvisamente diventa chiaro: CAMBIARE L'Ag7, E GUADAGNARE IL CONTROLLO DI QUELLA CHE E' LA PIU' IMPORTANTE DIAGONALE DELLA POSIZIONE - a1-h8
Arrivati così lontano, abbiamo dimenticato l'ULTIMO PASSO: scegliere le mosse concrete che trasformino il piano in realtà. Bene, non dovrebbe essere così difficile - ci sono solo 2 mosse ovvie: Ae1-c3 o Ah4-f6 (o Cf6 ancora meglio). 1.Ae1 non sembra affatto cattiva, eccetto che il Nero potrebbe giocare 1..., Ad4+ e dopo 2.Rh1, Ac6, il piano fallisce per ragioni tattiche: 3.Ac3, Axd5; 4.exd5, Txe2 ...
Cosa rimane allora? Solo 1. Ah4!

Con la preziosa casa f6 in palio, il Nero non ha molte difese a disposizione. 1..., Te6 fallisce per la debolezza dell'ottava traversa: 2.Tb8+, Af8; 3.Ae7.

L'altra chance del Nero è 1..., Ad4+; 2.Rh1, Rg7. Naturalmente, la casa f6 adesso è resa di nuovo sicura, ma sfortunatamente per il Nero, il Re ha tolto all'Alfiere l'ultima casa in cui ritirarsi, rendendo molto più facile metterlo in trappola con 3.Af2!



Con nessuna casa dove andare, il Nero deve cedere l'Alfiere e dopo 3..., Axf2; 4.Txf2 l'ultimo tentativo di preservare la diagonale a1-h8 con 4..., Da5 fallisce dato che il Bianco può prendere una piccola deviazione con 5.De2! seguita da Db2 e dal successo della realizzazione dell'intero piano del Bianco. Adesso la posizione del Bianco è chiaramente migliore di quella del Nero!




--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
N.d.T.: La posizione di partenza è tratta dalla seguente partita (28.ma mossa):
Teichmann, Richard - Bernstein, Ossip (St. Petersburg, 1909)
1.e4 e5 2.Nf3 Nc6 3.Nc3 Nf6 4.Bb5 d6 5.d4 Bd7 6.0-0 Be7 7.Re1 exd4 8.Nxd4 0-0 9.Bxc6 bxc6 10.b3 Re8 11.Bb2 Bf8 12.Qd3 g6 13.Rad1 Bg7 14.f3 Qb8 15.Bc1 Qb6 16.Na4 Qb7 17.Nb2 c5 18.Ne2 Bb5 19.c4 Bc6 20.Nc3 Nd7 21.Be3 Nb6 22.Rb1 a5 23.Bf2 a4 24.Nbxa4 Nxa4 25.bxa4 Qa6 26.Re2 Bxa4 27.Nd5 Ra7 28.Bh4 Bd4+ 29.Kh1 Kg7 30.Bf2 Bxf2 31.Rxf2 Qa5 32.Qd2 f6 33.Qb2 Rf8 34.g4 h6 35.h4 g5 36.f4 gxh4 37.Nxf6 Rf7 38.g5 Bc6 39.Rg1 Qa3 40.gxh6+ Kxh6 41.Rh2 Bxe4+ 42.Nxe4 Qf3+ 43.Qg2 Qxg2+ 44.Rhxg2 Rxf4 45.Rg6+ Kh7 46.Nf6+ Rxf6 47.Rxf6 1-0