Crea sito

La mia analisi: Il Bianco ha un pedone in meno. Per giunta ha deboli i pedoni h3 e c4, con quest'ultimo attualmente attaccato in due e difeso solo dal Cd6. Non c'è dubbio che la struttura pedonale del Bianco è inferiore, come pure la situazione del prorio Re, difeso molto meno bene di quello del Nero, data la mancanza dei pedoni dell'arrocco. La Donna del Bianco sembra leggermente inferiore, dato che è soggetta all'attacco lungo la colonna 'g', altrimenti ben puntata contro il pedone g7, difeso solo dal Re nero. I Cavalli del Bianco sono invece superiori, dato che il Cf8 del Nero non sta facendo nulla, oltre ad essere in posizione troppo arretrata, mentre quello in e6 sembra ben posizionato, al centro e in posizione avanzata, se non fosse che in realtà sta subendo un'inchiodatura latente da parte della Donna del Bianco sulla terza traversa. Su questa inchiodatura "in latenza", i due pezzi del Bianco che stanno lavorando ben coordinati sono l'Ab2 ed il Cf3. Quest'ultimo può essere scambiato con l'Alfiere del Nero sulla casa d4 in modo forzato, dato che da d4 realizza un attacco doppio a Torre e Donna. Alla fine dell' operazione il Nero si ritrova col Ce3 inchiodato, difeso solo dalla Db3 ed attaccato in due (Dg3 e Ad4)! Bisogna solo controllare che il Nero non abbia qualche mossa con cui difende una seconda volta il Ce3 (no, non ce l'ha, neppure dopo il sacrificio della qualità in d6, dato che non avrebbe il tempo di difenderlo con Ta8-e8 a causa del matto su g7 ad opera della batteria Dg3 - Ad4) oppure una mossa di attacco col la Db3 o con il Ce3 stesso. La prima ha disponibile dolo la casa d3, e da qui certamente non realizza alcun contrattacco, mentre il Ce3 da c2 subirebbe Tf3 con perdita del Cavallo stesso o della Donna, e da f5 sarebbe semplicemente catturato dopo il cambio delle Donne.
Ricontrollo: il Nero è forzato a rispondere a 1. Cd4 con 1..., Axd4?. Se 1..., Db6; 2. Dxe3 e se 1..., De3; 2. Cxe6. Si, è forzato, perciò 1..., Axd4; 2. Axd4 e se 2..., Cc2; 3. Tf3.








La lezione del GM Schwartzman: Cari membri della nostra Accademia, benventi alla "Settimana della Vergogna - 2000"! Questa è l'occasione eccitante per mostrarvi orgogliosamente i miei più interessanti... errori. Spero che non mi svergognino troppo, ai vostri occhi :-).
Ad ogni modo, prima di tutto due parole su questa partita. L'ho giocata alcuni anni fa durante il Campionato Juniores US, contro il giocatore che oggi è probabilmente il più popolare negli US: Joshua Waitzkin. Spero avrete visto il bellissimo film "Searching for Bobby Fischer", nel quale il giocatore raffigurato è proprio lui... Josh. Sono contento di essere un suo ottimo amico, nonostante le molte volte in cui ci siamo scontrati sulla scacchiera. In realtà la nostra amicizia risale al 1988, quando per la prima volta giocammo nel Campionato mondiale "ragazzi under 12"... dolci ricordi della fanciullezza...
Questa nostra ultima partita, invece, giocata l'anno scorso, ha degli incredibili risvolti. Io avevo il Bianco ed avevo giocato una King's Indian Attack (KIA), che generalmente viene considerata un'apertura piuttosto calma. Poichè la partita ebbe luogo verso la fine di quello che era stato un torneo deprimente, avevo deciso di giocare per ottenere una posizione "eccitante", perciò devo ammettere che il carattere estremamente complicato della posizione in studio , fu alla base della mia sconfitta. Avevo cercato semplicemente di costruire una qualche pressione con i miei pedoni sul lato di Re, ma Josh semplicemente non accettò che questa mia pressione crescesse. Egli aprì il centro, e vi costruì un potente contrattacco. A questo punto arrivammo alla posizione in questione.
Bene, specialmente in una situazione come questa, è assolutamente vitale una attenta analisi della posizione. Facciamola!
Il Bianco ha un pedone in meno, ma questa è l'osservazione più banale che si possa fare. La verità è che esiste, tra i pezzi sulla scacchiera, un'interazione incredibilmente notevole:

  1. l'Ab2 è minacciato dalla Db3 e difeso solo dalla Tf2;
  2. quest'ultima è un facile bersaglio sulla diagonale a7 - g1, che è controllata da un altro pezzo nemico, l'Aa7;
  3. la Dg3 ed il Cf3, anche loro, assumono una posizione debole, dato che sono bersagli diretti da parte della Donna del Nero, con  solo il Ce3 del Nero che si frappone alla inchiodatura del Cf3;
  4. infine, anche il Cd6 non è tanto al sicuro, dato il suo stretto contatto con la Te6 del Nero.

Se aggiungete il fatto che il mio Re in h1 è leggermente esposto in campo un pò troppo "aperto", potrete concludere che la mia posizione non è affatto buona. E non ho voluto menzionare la struttura pedonale, con le sue molte debolezze...
Ma prima di farci prendere dal panico, permettetemi di contraccambiare, e di fare la stessa analisi per la posizione del Nero. Egli ha un pedone in più, e un'ottima struttura pedonale. Fortunatamente però, anche per lui ci sono i lati negativi della posizione.
Come ad esempio la posizione della Donna in b3. E' certamente molto attiva, ma anche molto vulnerabile, con non molte case a sua disposizione... Il Cavalo in e3 si trova quasi esattamente nella stessa posizione: è sì molto attivo e in forte posizione, così avanzato come è nella terza traversa, ma anche vulnerabile, con non molte case a sua disposizione. Se vi è un pezzo in posizione sicura, questo è certamente l'Alfiere in a7... probabilmente anche il pezzo del Nero più fastidioso dal mio punto di vista. Per quanto riguarda il Re del Nero, difficilmente lo si può giudicare al sicuro, dato che l'unica cosa che lo separa dalla Donna del Bianco è il pedone in g7, che certamente non è il più difeso dei pedoni... Sfortunatamente, il Cf8 può contribuire notevolmente alla sicurezza del Re del Nero, specialmente se potrà assestarsi incolume in g6. Ma il Cavallo non è il solo pezzo che potrebbe portarsi in g6. Infatti vi si potrebbe portare anche la Torre nera, con grande danno per la posizione del Bianco, che vedrebbe sfumare ogni possibilità di realizzare la minaccia Tg1...
Ho cercato fin qui di dare un'immagine superficiale della posizione, dato che, credetemi, bisogna aver giocato in partita o speso molto tempo nella sua analisi, per comprendere appieno tutte le sottigliezze insite in essa. Il fatto negativo era che avevo consumato molto tempo del mio orologio per arrivare in questa posizione, per cui non ne avevo molto a disposizione, prima del controllo del tempo. Questo può spiegare un pò il motivo della mossa molto superficiale che eseguii: 1. f5??

Sembra che il motivo della mia disattenzione sia stato l'essermi troppo concentrato sul mio attacco sul lato di Re, specialmente contro il pedone g7. Lo scopo della mossa è molto semplice ed efficace: togliere al Nero la disponibilità della casa 'g6', rendendo possibile Tg1 e successivamente la spinta del pedone 'e', montando su un assalto totale alla posizione del Nero.
Avevo dimenticato quanto importante fosse il Ce3 del Nero o, per meglio dire, quanto importante fosse per questo Cavallo non dover rimanere costretto in e3 e avere una chanche per spostarsi in una casa favorevole. Vedete, sia la Donna del Nero che l'Aa7 diventano subito molto minacciosi una volta che il Ce3 si sia spostato, con effetti che possono risultare disastrosi per me. Sfortunatamente, una semplice combinazione permette al Nero di raggiungere tutti i suoi obiettivi: 1..., Txd6!;  2. exd6, Cxf5; 3. Dg2, Axf2; 4. Dxf2, Cxd6

Solo dopo 4 mosse, forzate, la posizione interessante e dinamica del Bianco si è trasformata in una posizione completamente persa. Sono sotto di tre pedoni e il fatto che il Nero possa giocare, già alla prossima mossa, Cg6, rendono le mie speranze di attacco... assolutamente senza speranza! Lottai ancora per un pò, solo per arrivare al controllo del tempo, e constatare che non avevo altra scelta che abbandonare. Non che la partita avesse molta importanza ai fini della classifica finale, e però sento ancora in bocca l'amaro sapore della sconfitta, subita in questo modo. Specialmente considerando che non avevo colto l'opportunità di giocare una linea differente, pure essa forzata, ma con un risultato completamente differente.
La mossa giusta nella posizione iniziale sarebbe stata: 1. Cd4!

Solo se avessi realizzato il pericolo rappresentato dall'Alfiere del Nero e l'importanza di sbarazzarmene, avrei potuto scegliere la giusta mossa. Grazie alle minacce insite in questa mossa, il Nero è costretto a cambiare il suo Alfiere. Per giunta essa dà inizio ad una serie di mosse che culminano nella cattura della Donna del Nero: 1..., Axd4; 2. Axd4, Cc2; 3. Tf3, Cxa1; 4. Txb3, Cxb3





Sorprendentemente, è proprio la mancanza di case per i pezzi del Nero che rendono forzate queste poche mosse. Prima di tutto il Cavallo del Nero viene messo sotto pressione ed è costretto a saltare in c2, e poi  la Donna nera si ritrova in trappola. Certo, il Nero rimane con le due Torri per la Donna, ma la mia valutazione è che dopo la mia mossa 5. Ac3 sono proprio io, il Bianco, ad essere quello che rimane in posizione leggermente migliore, principalmente grazie ai potenti pedoni centrali ed alla reale pressione sul Re del Nero.
Come potete immaginare, avrei fatto meglio a rimanere con questa posizione finale, anzichè con quella raggiunta in partita. Spero almeno di aver imparato qualcosa da questa lezione, come spero anche per voi...