Crea sito

La mia analisi: Il materiale è pari. Dal punto di vista statico, la struttura pedonale del Nero è inferiore a quella del Bianco: questi ha solo il pedone f4 momentaneamente debole e solo due isole pedonali, mentre il Nero ha tre isole pedonali, i pedoni a7 ed h7 arretrati, deboli ed isolati, ed il pedone e6 debole ed arretrato. Il pedone h7 è attualmente attaccato dalla Dh3, senza alcuna difesa. Il Bianco ha a disposizione una casa forte in e5, su cui installare un forte Alfiere per il dominio delle case nere entro la posizione del Nero. Il fattore più importante della posizione è comunque la situazione del Re del Bianco, che con le sue due Torri ai lati, richiama facilmente l'idea del "matto delle spalline": se non ci fosse la Dh3 a difendere la casa e3, da questa casa la Donna nera, in cooperazione con l'Aa6, potrebbe dare scacco matto (De3, Ae2 e Dxe2 matto). Come sbarazzarsi allora del controllo della Dh3 sulla casa e3? E' ovvia l'immediata 1..., Tg3!! che attacca la Donna e, col proprio sacrificio, può adescarla sulla casa g3 da dove sarà costretta a subire l'inchiodatura assoluta con 2..., Ah4 e il successivo, forzato, allontanamento desiderato dalla difesa della casa e3. D'altra parte la Torre in g3 può anche mirare al sarificio nei confronti di 2. hxg3, dato che avrebbe lo stesso raggiunto l'obiettivo di eliminare il controllo su e3 tramite interferenza. Ma se la Tg3 del Nero risulta intoccabile, questo significa che il Nero ha realizzato un attacco doppio alla Dh3 e all'Ad3 del Bianco, e siccome quest'ultimo è difeso solo dalla Td1 e attaccato in due, il Nero lo potrà catturare liberamente alla mossa succesiva. Infatti il Bianco avrà risposto con 2. Dh5, per difendere almeno la casa e2 dal pericolo del matto.

La lezione del GM Schwartzman Voglio scusarmi con voi se questo puzzle vi ha annoiato - specialmente dopo l'ultimo che vi ho presentato. Ma il fatto è che l'argomento è troppo importante, e non resisto alla tentazione di continuare sullo stesso con una ulteriore posizione. Specialmente per il fatto che esso non riguarda solo l'argomento su "come sbarazzarsi di un fastidioso pezzo avversario", ma anche sul modo in cui "perseverare per il raggiungimento di questo obiettivo"!.
Basta però con le chiacchiere, esaminiamo in dettaglio la posizione. Una cosa è certa: non è una posizione "convenzionale". A parte la parità del materiale, guardate alla situazione dei due Re: nessuno dei due ha arroccato! Fortunatamente, c'è una differenza significativa tra i due Re: il nostro Re, il nero, ha un pedone di fronte a sè per la propria difesa! Dovremmo essere soddisfatti della posizione difensiva assunta, nei confronti del nostro Re, dal trio pedonale f5-e6-d5. Certo che come guardie del corpo non sono tra le migliori, dato che dovremo stare continuamente in guardia dai possibili sacrifici del Bianco tesi ad eliminarli completamente dalla difesa del nostro Re, ma almeno sono lì, in bella formazione difensiva, tutti per il proprio Re! Il Bianco, d'altra parte, deve combattere con una situazione in cui il suo Re si trova troppo esposto, "in campo aperto", come si dice. Da questo punto di vista, vorremmo che il nostro stesso pedone sulla colonna 'e' fosse completamente assente, per essere liberi di dare scacco al Re da questa colonna, quando e come vorremmo. Ma non dobbiamo lamentarci più di tanto! La verità è che il Re bianco è ugualmente molto vulnerabile, e che dobbiamo assolutamente trovare il modo di avvantaggiarcene.  Ancora una volta, mi potete ringraziare per aver scelto un puzzle in cui, immaginare la mossa ideale, non è affatto così difficile.
Dopo tutto, esiste una mossa che SE potessimo giocare, metterebbe subito fine alla partita. Questa mossa è De3+. Ancora una volta, è tutta una questione di fantasia. Cercate di immaginare per un minuto di essere riusciti a impedire alla Donna del Bianco il controllo della casa e3. In questo caso, Db6-e3+ porterebbe a un semplicissimo matto in due mosse. Ed ecco dove sta il trucco: se la ricompensa è sufficientemente grossa, possiamo senz'altro concentrarci per far diventare la nostra fantasia realtà. Dato che il matto è il massimo della ricompensa, è più che sufficiente la motivazione per decidere di "lavorare duro" affinchè la nostra fantasia iniziale, De3+, si trasformi in realtà. Bene, abbiamo già detto che cosa renderebbe possibile questa mossa: sbarazzarci della Donna bianca. Per avere successo in questo progetto, dobbiamo ricordare alcune linee-guida, come ad esempio renderlo il più possibile "forzato". Certamente non possiamo affidarci semplicemente alla possibile stupidità, magari momentanea, del nostro avversario e sperare che egli deliberatamente sposti la sua Donna - in verità dobbiamo essere noi a forzarla a spostarsi. Inoltre, il nostro progetto deve realizzarsi il più velocemente possibile. Se solo il Bianco potesse disporre anche di una sola mossa "extra", egli potrebbe prendere le contromisure adatte a rendere completamente inutile la nostra invasione con De3.
Tutte queste argomentazioni dovrebbero essere viste come delle "buone notizie" per noi. Perchè? Perchè più numerose sono le condizioni che devono essere soddisfatte dalla mossa cercata, più facile sarà trovarla effettivamente sulla scacchiera - naturalmente, a patto che una tale mossa esista veramente, una mossa cioè che soddisfi tutte le condizioni suddette... Ora, la tecnica che io raccomando per trovare tali mosse è quella di prendere in considerazione TUTTE le mosse che sembrano avere una qualche connessione con l'effetto desiderato. In altre parole, se stiamo cercando di sbarazzarci della Donna del Bianco (cioè del suo controllo della casa e3), suggerisco di guardare a tutte le mosse che, anche solo lontanamente, realizzano l'obiettivo. Mosse cioè come Ah4, Txg2, Tg3, Axd3, ed anche la spinta del pedone in h5.
Riuscire a trovare tutte queste mosse è il primo passo, molto importante da realizzare. In questo modo, potrete restringere il pool di mosse da prendere in considerazione e potrete percià focalizzare la vostra attenzione solo su di esse. Tutto quello che dovrete fare sarà di testarle una ad una, e decidere qual'è la migliore. Se, ipoteticamente, nessuna di esse vi soddisfa, potrebbe rendersi necessario riconsiderare l'intero piano iniziale, e cercare invece qualche altro obiettivo.
Bene, il nostro piano comincia a comporsi! Mosse come Ah4+  (permette al Re nero di sopravvivere), h5 (non pone alcuna minaccia) ed Axd3 (non raggiunge il nostro scopo), rapidamente vengono messe fuori gara, lasciando una qualche speranza per il premio finale  solo alla nostra amata Tg8. Se poi confrontate fra loro le possibili mosse delle nostre due Torri, dovreste arrivare alla conclusione che la mossa migliore è 1..., Tg3!!.

Questa mossa risulta leggermente più "sofisticata" della media, rispetto al genere di mosse del tipo "sbarazzarsi di un pezzo". Questo perchè, in teoria, con questa mossa, non stiamo realmente sbarazzandoci della Donna bianca. La stiamo invece forzando a spostarsi in una casa da dove potremo poi fare realmente qualcosa per sbarazzarcene effettivamente! Fino a che rimaneva nascosta in h3, non potevamo fare gran chè contro di lei, ma una volta fatta "scivolare" in g3, la storia cambia completamente! E il bello è proprio che essa è forzata a catturare la nostra Tg3, altrimenti la nostra mossa De3+ metterebbe subito fine alla partita. Ma cosa succederà dopo 2. Dxg3 ?. Dato che si trova sulla stessa diagonale del suo Re1, potremo inchiodarla con la semplice 2..., Ah4!!

Semplice, ma efficace! Siamo riusciti finalmente a mettere fuori gioco la Donna del Bianco. La minaccia immediata adesso è proprio De3+, e il Bianco non ha altra scelta che permettere la cattura della propria Donna. Nel processo abbiamo perso del materiale, poco in realtà, ma grazie al carattere della posizione, possiamo facilmente reclamare la nostra superiorità. Infatti il Bianco potè sopravvivere ancora per una dozzina di mosse prima di buttare la spugna definitivamente.



-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
N.d.T.: La posizione iniziale è tratta dalla seguente partita (22.ma mossa):
Reggio, Arturo - Mieses, Jacques  (Monte Carlo, 1903)
1.e4 c5 2.Nf3 e6 3.d4 cxd4 4.Nxd4 Nf6 5.Nc3 Nc6 6.Nxc6 bxc6 7.e5 Nd5 8.Ne4 Qc7 9.f4 f5 10.exf6 Nxf6 11.Nxf6+ gxf6 12.Qh5+ Kd8 13.Bd2 d5 14.c4 Rb8 15.Qh4 Be7 16.Bc3 Qb6 17.Be2 Kd7 18.cxd5 cxd5 19.Rd1 Rg8 20.Qh3 f5 21.Rf1 Ba6 22.Bd3 Rg3 23.Qxg3 Bh4 24.Bxa6 Bxg3+ 25.hxg3 Qxa6 26.Rh1 Rg8 27.Rxh7+ Kc6 28.Rh6 Kb5 29.Rxd5+ exd5 30.Rxa6 Kxa6 31.Kf2 Kb5 32.b3 Kc5 33.Kf3 d4 34.Bd2 Kd5 35.Be1 Rc8 36.g4 fxg4+ 37.Kxg4 Rc2 38.g3 d3 39.Kg5 d2 0-1