Crea sito

La mia analisi: Il materiale è pari. I pedoni deboli del Bianco sono in h2, f2, a2 e b2, con h2 ed f2 già isolati, il primo difeso debolmente solo dal Re, il secondo solo dalla Torre, un pò meno debolmente. Quelli del Nero in h7, g7 (quest'ultimo è indifeso e attualmente attaccato dalla Donna), d5 e c7. Per quanto riguarda le Torri,  la Td8 del Nero è attaccata in due e difesa solo dall'Ah4, perciò è inferiore alla Tf1 del Bianco, anche se quest'ultima risulta abbastanza passiva e sovraccarica dei compiti di difesa del pedone f2 e della prima traversa. Delle altre due Torri quella del Bianco in e1 sembra più forte di quella del Nero in h6, in quanto quest'ultima si trova si sulla colonna aperta 'h', ma attualmente bloccata dall'Ah4, mentre quella del Bianco partecipa grintosamente, insieme a Dd7, all'attacco alla Td8 e in definitiva al Re Nero. Può infatti impressionare la posizione di Torre e Donna bianche così in profondità nel campo del Re Nero, difeso forse un pò troppo "da lontano" da Ah4 d Df5.  Ma fin qui le considerazioni "strategiche", che possono risultare generiche a causa del fatto che la situazione è molto dinamica, e questa "dinamicità" risulterà sostanzialmente favorevole al Nero. Perchè? E' chiaro che c'è bisogno di analizzare tatticamente, ad esempio, la prima cosa che risalta, il sacrificio immediato di Donna in h2: 1...Dxh2; 2.Rxh2, Axf2+; 3.Ah3 e il Nero non va più da nessuna parte con solo Alfiere e Torre. Poi mi sono chiesto: dopo Ra7, sarei disposto al sacrificio della Td8, per poter eseguire Axf2? Vediamo: 1...Ra7; 2.TxT (cos'altro? il Bianco sembra guadagnare una Torre), Axf2; 3.h3, Txh3+; 4.Axh3, Df3+; 5.Ag2, (se 5. Rh3, Dg3+ e poi matto con Dxh3), Dh5+; 6. Dh3! In pratica ho completamente dimenticato la Donna del Bianco, che agisce sulla diagonale d7-h3, e che avrebbe potuto interferire già dalla terza mossa. A questo punto mi è chiaro che la minaccia di matto in uno in h2 con la batteria Torre - Donna è insufficiente. e allora spunta l'idea: se riuscissi a portare l'Alfiere in d6, dietro la Donna, avrei la minaccia di matto in uno non solo dalla colonna 'h' ma anche dalla diagonale d6 - h2!!. Per fare ciò ho bisogno di due mosse, Ae7 e Ad6, posso muovere subito 1...Ae7? Ma certo! L'Alfiere non è in presa per la minaccia di matto dalla colonna 'h'. Adesso se 2. h3, Ad6! e il Bianco, per evitare il matto deve cedere la Donna in cambio di Torre e Alfiere. Non cambia nulla se il Bianco decide di intromettere delle mosse intermedie come ad esempio la cattura della Torre con scacco: il mio Re si rifugia in h7 e il Bianco non ha mosse che possano interferire con la creazione della mia minaccia di matto in una da due direzioni!. Perciò... 1...Ae7!; 2TxT+, Rh7; 3. h3, Ad6!; 4. Dxd6, fxd6; e il Nero vince.

La lezione del GM Schwartzman: Spero vi siate divertiti con questa posizione, così come con tutte le altre che presento facenti parte della mia Accademia. Non so se realizzate quanto dello sforzo che va nella stesura di queste lezioni, vada in realtà nel selezionare i problemi presentati. In verità, spero che questo sia il beneficio più grande che voi potrete trarre dal frequentare questa Accademia. In altre parole, spero che non stiate tanto ad aspettare la lettura della lezione, quanto invece a lavorare duramente da soli per risolvere la posizione. Ma per un beneficio che vada al di là della soddisfazione iniziale di aver trovato la soluzione giusta, ho cercato di trovare posizioni che soddisfino almeno uno di questi due criteri: o sono belli, o estremamente educativi. Solo raramente ho trovato dei problemi che soddisfano contemporaneamente ad entrambi i criteri. Senza alcun dubbio, la posizione qui presentata, appartiene a questa categoria.
E allora, qual'è la storia con questa posizione? Certamente sembra eccitante! Ma questo da solo non spiega abbastanza tutto quello che sta succedendo sulla scacchiera. Con un piccolo sforzo mentale, scopriremo tutto dei suoi dettagli in un attimo.  
La prima cosa che dovreste notare è l'enorme pressione cui sono sottoposti i due Re. Quello del Bianco è bloccato sulla colonna 'h', generalmente un luogo sicuro, ma non in questo caso, in cui una vostra Torre ha già preso posizione sulla stessa colonna. In verità, il solo pezzo bianco fra la vostra Torre ed il Re bianco è il pedone h2 che risulta essere sotto pressione da parte dell'altro nostro pezzo maggiore presente nell'area del Re bianco, la Donna in f4. Naturalmente, abbiamo nelle vicinanze anche un nostro Alfiere, ma nel suo caso vorremmo pittosto non averlo nella posizione in cui si trova. Dopo tutto, senza l'Alfiere, la nostra prossima mossa sarebbe Df4xh2 matto. Ciò nonostante, questa è una cosa definitivamente importante da ricordare: una mossa d'Alfiere risulta essere una minaccia di scacco matto!. Riguardo il nostro Re,  pure lui sfortunatamente è un pò legato. Responsabile della situazione sono la Donna e la Torre bianche, che si stanno "librando" pericolosamente nell'area del Re Nero. Insieme stanno premendo contro il nostro unico pezzo significativo presente, la Td8. La cosa che può sembrare positiva è che la stessa Torre attualmente minaccia di catturare la Donna bianca. L'eccitamento iniziale per questo fatto è tristemente smorzato dal fatto che la Torre è inchiodata sull' ottava traversa...
E allora, avendo dato questo sguardo alla posizione, quali sono le mosse candidate che vengono in mente? Vorrei dire che solo due categorie di risposte sono appropriate alla domanda: una è la semplice cattura della Te8, che elimina tutte le minacce del Bianco ma allo stesso tempo porta ad una posizione abbastanza pari dopo 2.Dxe8 Ra7 3.De5. L'altra è più aggressiva, avendo a che fare con le minacce che si possono creare sul lato di Re. Naturalmente, mi riferisco al matto in h2. Ma non necessariamente nel modo che potreste pensare! Muovere il nostro Alfiere è cosa abbastanza facile - il problema è che la difesa del Bianco dalla minaccia è proprio altrettanto facile, con h2-h3.
Così, quello di cui abbiamo bisogno è una strategia d'attacco che continui a mantenere la pressione anche dopo la nostra prima mossa! Dopo un pò di "rimuginamenti", dovreste arrivare a scoprire che l'unico modo efficace di
realizzare ciò è usare l'Alfiere, sì, proprio quello che in questo momento sembra intralciarci. Questo modo efficace sarà quello di avvantaggiarsi dell'assenza del pedone 'g' del Bianco. Alludo al fatto che se il nostro Alfiere dovesse riuscire a riposizionarsi in d6, dietro la Donna, improvvisamente il Bianco non ha più niente di buono da "mettere in mezzo". Così risulterà che, pur avendo mosso il pedone h2, il grave pericolo di subire matto sulla stessa casa si ripresenta con la costituzione, per il Nero, dell'efficacissima batteria di Donna - Alfiere! Ma, come facciamo praticamente a portare avanti questo piano? La sola risposta è: cercare il modo. Ovviamente non sulla scacchiera, ma solo con il calcolo a mente.

Diciamo allora che la prima mossa sia 1...Ae7.
Stiamo già minacciando il matto in h2, ma la risposta del Bianco sarà chiaramente 2.Txd8, una mossa possibile a causa degli scacchi al Re in cui si può ramificare. Adesso, questo è il momento in cui comincia la "truffa". Se pensiamo che la sola mossa con cui rispondere sia la ricattura della Torre con l'Alfiere, rapidamente la catastrofe diventa chiara. Il Bianco prenderà l'Alfiere in d8 con scacco, quindi spingerà il pedone in h3 e si troverà con il vantaggio vincente di un Alfiere!
Se, però, ci prendiamo il nostro tempo e realizziamo che invece di prendere la Torre che dà scacco possiamo giocare la mossa incredibilmente potente 2...Ra7, diventa rapidamente chiaro che è il Bianco a trovarsi sull'orlo della catastrofe! Perchè? Perchè non appena alla mossa 3. h3 (o 3.Ah3 non ha importanza) avremo risposto con 3...Ad6 a minacciare il matto, ci convinceremo facilmente che il Bianco non avrà altra scelta che sacrificare la Donna con 4. Dd6, arrivando in un finale molto superiore.
Che bellezza, che meraviglia! Abbiamo trovato la strada per la vittoria, e come è bella!
(N.d.T: che dire? mi sta sfottendo? mi sta mettendo la sputazza sul naso? Certo che quando uno è fesso, è proprio fesso!... No comment! Ma basta: nella mia analisi non ho proprio visto che, dopo 1...Ae7, con 2.h3!! il Bianco riesce a mantenere sulla colonna 'e' la propria Torre, e perciò ad interferire Ad6 con Te5!!  E il Bianco vince, con mio grande scorno! Nè vale che il Nero tenti TxT "prova a prendere di Donna così non potrai interferire in e5", perchè il Bianco si pappa semplicemente la mia Torre con scacco e poi anche il mio Alfiere e se ne fotte di "interferire in e5". Perciò se 2...Ad6; 3. Dxd8+, Ra7; 4. Te5!!. A questo punto della traduzione, rimetto qui la posizione iniziale e me la riguardo. Mi rendo conto di quale sarà la mossa proposta dal GM: 1..., Ra7!!.
Che cose meravigliose fa questa mossa? 1) Mette subito sotto attacco la Donna del Bianco, e perciò gli impedisce 2.h3; 2) Costringe il Bianco alla 2. TxT, deviando la Torre del Bianco dalla colonna'e', cioè allontanandolo dalla possibilità di interferire con la Torre sulla colonna 'e'; 3) Costringe in pratica il Bianco a rispondere con mosse molto più "forzate", come per "risucchiarlo" nella realizzazione del piano del Nero senza che possa opporre mosse consistenti. 
Allora la sequenza sarà: 1..., Ra7!!; 2. TxT (adesso sì che questa mossa è forzata, non come dopo 1...Ae7 in cui il Bianco può scegliere fra h3 e TxT+), Ae7; 3. h3, Ad6; ed ecco che il Bianco non può interferire con nulla in e5!! Puo solo sacrificare la Donna per impedire il matto in h2: 4.Dxd6, Txd6. Adesso sì che il Nero vince!). Ma riprendiamo in mano la lezione del GM, rimettendo di nuovo la posizione iniziale:)

Accecati da questa bellezza, noi avremmo invece commesso un grosso errore. Perchè? Perchè ci siamo dimenticati di rispondere alla domanda fatale: Cos'altro può fare il Bianco? La risposta è che dopo 1...Ae7 egli NON è forzato a prendere la nostra Torre (pur se con scacco) - invece può giocare 2. h3. Qual'è la differenza? Oh, una bella e grossa differenza: dopo 2...Ad6 il Bianco non prende la nostra Torre con la sua Torre, ma usa invece la sua Donna. Dopo 3. Dxd8+, Ra7; egli può ora usare la sua Torre (per questo l'ha lasciata sulla colonna 'e') per bloccare la minaccia di matto con 4. Te5, mantenere in gioco la propria Donna e andare a finire in una posizione vincente, di nuovo (vedi il diagramma successivo per la posizione finale).

Terribile!...Ci era sembrato di aver trovato un gran bel modo di vincere, e solo un minuto più tardi realizziamo che non funzionerà. Perciò, ci convinciamo che è tempo di capitolare, di abbandonare ogni velleità di vittoria, e giocare semplicemente 1...TxT, accontentandoci della patta, che potrà seguire molto facilmente. ERRATO! In realtà, quella che abbiamo trovato è stata un'idea meravigliosa, solo che ne abbiamo fallito l'esecuzione. Ma se insistiamo ancora per un altro pò, specificatamente cambiando l'ordine delle mosse, anche l'esecuzione diventerà altrettanto grande. La prima mossa sarà perciò l'incredibile 1..., Ra7!!

 Una mossa apparentemente senza senso, e che infatti non può essere trovata in altro modo se non dopo aver analizzato le varianti che abbiamo visto prima. Quello che questa mossa fa è di togliere la nostra Torre dall'inchiodatura e in virtù di ciò minacciare la Donna e la Torre del Bianco, praticamente forzando il Bianco a rispondere con 2.TxT.
E adesso cosa segue? Bene, questa posizione non vi dovrebbe risultare familiare? Certo! Perchè appena avremo giocato 2...Ae7! avremo effettivamente raggiunto una posizione già vista prima

 E adesso sì che questa è una buona posizione - quella in cui la Torre del Bianco ha lasciato la colonna 'e' e così lasciando la Donna sola a difendersi contro il matto dopo 3.h3, Ad6.  E così dopo 4.Dxd6, Txd6 il Nero esce fuori dalla posizione con la donna di vantaggio, vincendo facilmente il finale.
Ecco quindi che solo cambiando l'ordine delle mosse, specificatamente muovendo per prima il Re, abbiamo portato il Bianco dove abbiamo voluto, toglendogli ogni chance di raggiungere l'altra posizione, quella a lui conveniente.
Una vittoria molto bella per il Nero, che ci dovrebbe insegnare non solo come trovare le idee vincenti, ma anche a non abbandonare mai il calcolo, fino a che non abbiamo calcolato ogni possibilità! E voglio dire, per entrambi i giocatori.... 
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
N.d.T.: La posizione iniziale è tratta dalla seguente partita (26.ma mossa)
Mukhin - Dolmatov, Sergey (Pushinskyie, 1977)
1.e4 e5 2.Nf3 Nf6 3.Nxe5 d6 4.Nf3 Nxe4 5.d4 d5 6.Bd3 Be7 7.O-O Nc6 8.Re1 Bg4 9.c3 f5 10.Nbd2 Qd6 11.Qb3 O-O-O 12.Bb5 Bf6 13.Qa4 Nxd2 14.Bxd2 Bxf3 15.gxf3 a6 16.Bd3 Kb8 17.Bxf5 Bh4 18.Bh3 Qf6 19.Bg2 Ne7 20.Re2 Ng6 21.f4 Nxf4 22.Bxf4 Qxf4 23.Kh1 Rhf8 24.Rf1 Rf6 25.Re8 Rh6 26.Qd7 Ka7 27.Rxd8 Be7 28.h3 Bd6 29.Qxd6 Rxd6 30.Rxd6 Qxd6 31.Re1 c6 32.Re2 Qf4 33.Bf1 Qc1 34.Kg2 g5 35.Kg1 Qb1 36.a3 Qc1 37.f3 Qf4 38.Kf2 h5 39.Kg2 h4 40.Kf2 Qg3+ 41.Ke3 Qf4+ 42.Kf2 Qc1 43.Bg2 Kb6 44.Bf1 Ka5 45.Kg1 Ka4 46.Rf2 Kb3 0-1