Crea sito

La mia analisi: Il Bianco ha un pedone e la qualità in meno. Le due Torri del Nero però sono senz'altro fuori dal gioco: la Th8 ancora nella sua casa d'origine e la Tc8 immobilizzata e difesa debolmente solo dal Re nero. In questo senso l'Alfiere del Bianco ha un valore maggiore di entrambi le Torri del nero, per giunta trovandosi sulla bella diagonale a3-f8, a controllare la casa di fuga e7 del Re nero. Quest'ultimo perciò è in una posizione debole: non può fuggire verso e8-f7 perchè deve difendere la Tc8 e, contemporaneamente, sia il pedone c7 che la Tc8 ne limitano molto gli spazi di fuga. Questo significa anche che, a dispetto della prima occhiata, la stessa Donna del Bianco è in posizione migliore di quella del Nero, che in d3 sembra non avere gran che da fare. Anzi, addirittura contribuisce a peggiorare la situazione del Nero, dato che si trova sovraccarica della difesa della colonna 'd' e in particolare di una casa molto importante su questa colonna: la casa d5! Se questa casa dovesse cadere in mano al Bianco, il Nero subirebbe un micidiale matto in 3 mosse, con Dd5, De6 e De7 matto: il Bianco in pratica sfrutterebbe la propria batteria Alfiere-Donna aiutato dalla mancanza di case di fuga del Re Nero e dalla difficoltà che questi avrebbe a difendere, solo con la Donna, le case d5, e6 ed e7.
Tutto sta allora nella possibilità di deviare la Donna del Nero dalla colonna 'd', cercando di sfruttare la minaccia di attaccare con la Te1 sia la Dd3 che Rd8. Perchè il Bianco ha a disposizione la fantastica 1. Te2!! ? Perchè addirittura può permettersi il lusso, con un pedone e la qualità in meno, di mettere in presa la propria Torre? La spiegazione sta nel fatto che il compenso del Bianco, nella situazione attuale, è proprio quello di cui si dovrebbe disporre in condizioni di inferiorità materiale: il vantaggio cioè di poter disporre di un GIOCO DINAMICO dei propri pezzi, meglio ancora se di TUTTI i propri pezzi, in attacco. Qui tutti e 3 i pezzi del Bianco cooperano nella costruzione di minacce indifendibili: l'infilata di Torre sulla colonna 'd' e la minaccia di matto in 3 mosse con la batteria Alfiere-Donna. Se 1..., De4; 2. Td2+, Re8; 3. Dxc8+, Rf7; 4. Dxh8, Dxe3+; 5 Tf2, c5; 6. Ad2, ...Oppure 1..., Te8; 2. Td2, Dxd2; 3. Axd2, Re7; 4. Dxa7, ecc... il Bianco vince.

La lezione del GM Schwartzman:  

Questa partita è stata giocata moltissimo tempo fa ma, come potete vedere bene, nel frattempo gli scacchi non sono cambiati di molto. Dobbiamo proprio ammetterlo, la posizione sembra proprio "un diavolo di posizione"!. Parliamone un pochino.
Come al solito, iniziamo dal calcolo del materiale che, in questo caso, gioca pesantemente a favore del Nero.  Egli è già in vantaggio di un pedone e della qualità. Naturalmente, il Bianco potrebbe catturare un pedone con la sua prossima mossa, sicchè potremmo non tenere in conto il fatto di essere sotto di un pedone. Ma la qualità è la qualità!
Sfortunatamente per il Nero però, ci sono alcune caratteristiche della posizione che mettono assolutamente in ombra tale vantaggio materiale. In modo specifico, la posizione precaria del Re in d8. Ovviamente, non ha ancora arroccato, ma la cosa peggiore è che la colonna 'd' è completamente aperta, il che significa che essa non è affatto un luogo sicuro per il Re nero... Ha il Re nero dei difensori attorno a se? Certo il pedone c7 sembra trovarsi in ottima posizione, altrimenti il Bianco darebbe immediatamente matto con De7. Invece la Tc8 sembra più un pezzo fastidioso che un buon difensore. La ragione di questa affermazione sta nel fatto che se non ci fosse la Tc8 il Re nero potrebbe tentare di muovere in e8, avvantaggiandosi della discreta copertura fornita dal pedone e3 del Bianco.
Non c'è bisogno di dire che la Th8 in effetti non sta giocando alcun ruolo difensivo, mentre il Nero può ringraziare il fatto che la sua Donna si trovi proprio in d3.  E' estremamente importante realizzare quanto "vitale" sia per il Nero la presenza in d3 della sua Donna e, naturalmente, anche per quali ragioni! Quello che voglio dire è che la Donna del Nero, dalla sua posizione, sta prevenendo addirittura due manovre di matto , entrambi sulla colonna 'd'. Su questa colonna il Re nero è così esposto, che sarebbe mattato in un batter d'occhio sia da Td1 che da Dd5. Ovviamente, il motivo di tutto ciò sta in parte anche nella incredibile potenza espressa dall'Alfiere del Bianco in b4. Come è tipico dell'Alfiere, anche se distante dal nucleo dell'azione, egli controlla già la casa e7, probabilmente, in questo momento, la casa più importante sull'intera scacchiera. Non solo il controllo di questa casa serve a tagliare fuori il Re avversario dalle possibili vie di fuga, ma è anche la casa da cui il Bianco può dare il matto, in molte linee di gioco.
Va bene, possiamo dire di aver considerato le possibilità di tutti i pezzi del Nero, e certamente di aver detto abbastanza sulle sue più grosse debolezze. Adesso è il momento di vedere come queste debolezze possono essere sfruttate. Il paragrafo dedicato alla Donna del Nero e le molte citazioni sulla debolezza della colonna 'd' avrebbero dovuto suggerirvi la chiave della combinazione a disposizione del Bianco. Questa chiave è certamente rappresentata dalla debolezza della colonna 'd' e dalla presenza in d3 della Donna nera che, volente o nolente, sarà certamente sfruttata dal Bianco. La grossa questione allora diventa: come farà il Bianco ad impossessarsi di questa colonna, ed eliminare il controllo che in questo momento il Nero ha su di essa?
Bene, devo dire che il mio primo pensiero fu per la mossa 1.Df3. La più importante caratteristica di questa mossa è il controllo operato sulla casa d1, che perciò potrebbe diventare il "trampolino" di lancio verso il controllo finale della colonna 'd'. La verità in effetti è che il Nero non ha alcun modo di prevenire tutto ciò. Ma... c'è pur sempre un "ma". Certo, assumere il controllo della colonna 'd' sarebbe meraviglioso, solo che sfortunatamente la Donna bianca ha abbandonato la postazione in b7. Il Nero potrebbe giocare ora 1..., De4 e così tagliare praticamente fuori dal gioco la Donna del Bianco. E senza di essa semplicemente non vi sarà più il matto, anche se il Bianco si sarà impadronito della colonna 'd'.
Significa questo che abbiamo sbagliato piano, che il nostro piano è cattivo? No, significa solo che ne abbiamo sbagliato l'esecuzione! Ma in quale altro modo potremmo eseguire il nostro piano? Sembra che non ci sia altro modo per controllare la casa d1 con la nostra Donna, e il nostro Alfiere non può certo cambiare colore, a fare da supporto alla nostra Torre in d1. Allo stesso modo, il nostro Re non può esserci di alcun aiuto, nell'esecuzione del nostro piano.
Sembra proprio che siamo stati completamente battuti, bloccati completamente sulla strada verso la realizzazione del nostro piano. Perciò può diventare forte la tentazione di abbandonare l'intero piano, e di  rivolgerci a una qualche idea completamente diversa. Ma se ne avete compreso la fondamentale importanza, allora non avrete ancora voglia di abbandonare del tutto l'idea, e riuscirete a trovare la giusta mossa, la sorprendente: 1.Te2!!



E' vero che l'Alfiere non può cambiare colore, ma perchè mai dovrebbe farlo? A parte il controllo che ha già sull'importantissima casa e7, ha anche la casa d2 fra le sue mire. Questa diventa improvvisamente una casa altrettanto importante, una casa difesa sulla colonna 'd' , e perciò di importanza cruciale per il raggiungimento del controllo della colonna 'd' tramite la Torre. L'unico neo di questa idea sarebbe il fatto che la Torre deve attraversare la casa e2, una casa cioè niente affatto difesa...Ma ricordate quanto abbiamo detto circa la necessità della Donna del Nero di controllare da d3 sia la casa d5 che la casa d1? Indovinate cosa: da e2 la Donna nera perderebbe il controllo sulla casa d5, col risultato che  2.Dd5+, Re8; 3. De6+, Rd8; 4. De7+ è scacco matto.
Tristemente, per il Nero, l'unico modo di impedire alla Torre del Bianco l'occupazione della casa d2, sarà quello di catturarla, oppure di dare scacco al Re bianco da b1 o da d1, col solo risultato di ritardare l'inevitabile, dato che la casa f2 sarà un efficacissimo nascondiglio per il Re bianco. Perciò il Bianco vincerà facilmente la partita...