Crea sito

La mia analisi: Il Nero ha un pedone in meno e la Ta8 attaccata. Tuttavia il pedone extra del Bianco in questo momento (e3) è arretrato e la Ta8, insieme alla Th6 sono molto più attive di quelle del Bianco. Specialmente la Th6 rende molto insicura la posizione del Re del Bianco, che potrebbe subire un attacco da matto proprio dalla colonna 'h'. In questo senso il confronto fra le due Donne è molto favorevole al Nero, dato che quella del Nero si può portare in una sola mossa sulla colonna 'h', a costituire una micidiale batteria Torre - Donna, pronta a dare il matto al Re del Bianco. Anche l'Alfiere del Nero è superiore a quello del Bianco, dato che si trova già in buona posizione per collaborare con gli altri pezzi pesanti nel possibile attacco al Re. L'unico pezzo del Bianco superiore al corrispondente del Nero è il Cavallo in b3, che attacca la Ta8, mentre il Cf8 del Nero svolge solo funzioni difensive. Tuttavia svolge bene questo compito e quindi, anche se inferiore, è comunque "attivo" nella difesa del delicato punto g6 dell'arrocco del Nero.
Comunque, in questo caso il confronto fra i pezzi può essere fuorviante: si potrebbe anche sostenere tutto l'opposto di quanto fin qui detto. Ad esempio che i pezzi del Bianco sono meglio piazzati: il Cf8 ha la sola funzione attiva di difendere g6, troppo arretrato in ottava, mentre quello del Bianco è oltremodo avanzato in sesta traversa, addirittura a minacciare la Ta8. L'alfiere del Bianco potrebbe sembrare meglio piazzato di quello del Nero, dato che insieme alla Donna forma una potente batteria d'attacco sulla diagonale b1-h7, in direzione proprio dell'arrocco del Nero. Fra l'altro, a minor valore dell'Alfiere del Nero, questo stesso può essere attaccatto dalla spinta di pedone in f3. Oppure, infine, che i pezzi del Bianco, Alfiere, Torre e Donna sono ben coordinati nell'attaccare g6 e la colonna 'c', anche se g6 è ben difeso dal Nero.
Il fatto è però che il fattore più importante della posizione è la debolezza dell'arrocco del Nero sulla colonna 'h', via attraverso cui il Nero può facilmente e velocemente impiantare uno "schema di matto". La situazione del Re del Bianco è resa ancora più grave dalla mancanza di case di fuga, bloccate dall'infelice posizione del pedone f2 e della stessa Tf1. Il Nero perciò può giudicare bene che in questa posizione deve cercare qualche idea combinativa, sulla base del motivo della scarsa sicurezza della posizione del Re del Bianco ("quasi matto"), della casa h1 difesa molto debolmente solo dal Rg1. E questo dovrebbe bastare al Nero: non c'è bisogno che esistano pezzi avversari indifesi. Perciò si mette a cercare: per prima cosa vede che l'immediata 1..., Dh5; minaccia sì il matto, ma il Bianco si difende dando "aria" al proprio Re con f3 o f4. Allora il Nero può pensare bene di bloccare questa difesa con la preventiva 1..., Af3!. Se 2. gxf3, Dh5! e il Bianco non può salvarsi dal matto. Se 2. Cd7! (minacciando Cf6+ quando la Donna nera è in h5), Cxd7; 3. Tc8+, TxT; 4. DxT+, Rg7; 5. gxf3, Dh5 -+.

La lezione del GM Schwartzman: 
Voglio assolutamente sperare che siate riusciti a cogliere l'opportunità di esservi veramente divertiti con questo puzzle, dato che effettivamente è un puzzle molto istruttivo e divertente! Avevate il compito di trovare la mossa migliore per il Nero e certamente non ne sarete stati dispiaciuti, visto che in questa posizione il Nero ha effettivamente a disposizione una mossa vincente. Dopo tutto, per il Nero, possiamo disegnare un quadro della posizione molto favorevole. Certo, abbiamo un pedone in meno ma, ancora una volta, non ho alcun dubbio che questo pedone in meno sia più che compensato dai grandi benefici posizionali che abbiamo. Ma quali benefici, vi chiederete!?. Bene, è facile rispondere: UN UNICO BENEFICIO! Specificatamente, l'importanza incredibile che ha il TOTALE CONTROLLO DELLA COLONNA 'h'!
Alla prima occhiata vi accorgete che questa colonna è più importante di qualsiasi altra colonna aperta sulla scacchiera, compresa la colonna 'c' che è completamente in mano al Bianco. Ma in realtà, questa da sola sarebbe una valutazione molto sciocca. L'importanza della colonna 'h' risiede nel fatto che alla sua destra, in g1, risiede il Re Bianco e, cosa ancora più importante, nessun altro pezzo bianco risiede nelle sue immediate vicinanze! Se immaginaste di ruotare la scacchiera di 90° gradi, realizzereste il mio punto di vista ancora meglio: la colonna 'h' si trova, in realtà, proprio dietro le linee nemiche! Questo fatto è realmente difficile da realizzare in circostanze normali, ma dato che l'abbiamo bello e realizzato nella posizione, questo diventa un vantaggio di cui dobbiamo veramente fare un uso molto attento.
Ho usato la parola "attento" non per sbaglio. Vedete, la ragione per cui questo vantaggio è così importante risiede interamente nella presenza adiacente del Re bianco. Comunque, cosa credete stia pensando il Bianco?. Naturalmente sta attaccando la Ta8, ma in realtà egli è anche preoccupato della posizione del suo Re e farà tutto il possibile per migliorarla. E dato che è virtualmente impossibile portare un pezzo qualsiasi su quella zona della scacchiera, sarà costretto a pensare all'unica alternativa: LA FUGA!
Questo è un concetto che spesso dimentichiamo, per alcune ragioni... Stiamo spendendo tante energie e sforzi nel pianificare la nostra offensiva, portando i nostri pezzi all'attacco, portandoli tutti fuori, che in qualche modo ci dimentichiamo di fare in modo che, per prima cosa, qualsiasi cosa stiamo attaccando, questa cosa non riesca a sfuggire all'attacco! Questo è divertente, almeno fino a quando non sta succedendo a voi stessi, ma all'avversario di turno. Voglio dire: tutte le vostre forze sono pronte all'attacco, date inizio all'offensiva, ed ecco che improvvisamente l'oggetto del vostro attacco, il Re, proprio in quel momento trova la fuga. Non lasciare che questo accada dovrebbe essere la prima preoccupazione di ogni giocatore che sta montando su un attacco al Re avversario, e questa posizione non fa eccezione!
Questo è anche il motivo per cui la mossa più ovvia non è la migliore. Si, la mossa più ovvia è minacciare subito il matto con 1..., Dh5. Comunque, se non stiamo pensando di giocare contro un idiota che non vedrà la minaccia e si lascerà dare il matto, dovremo assumere che farà l'unica cosa a sua disposizione: muoverà il pedone 'f' e si preparerà una via di fuga attraverso f2. E questa risposta sarà effettivamente molto efficace! In profondità, tra i suoi pedoni, non avremo alcuna chance di "acchiapparlo", e posso immaginare i grossi problemi che avrà il Nero a dare scacco matto al Re bianco.
Visto tutto ciò, allora, cosa dovremo cercare di fare?. La risposta, questa volta, è molto semplice: prevenire il Re bianco in questo suo tentativo di fuga. Detto così è facile, trovare poi in effetti il modo di farlo è un pochino più difficile. Sembra che l'unico modo per impedire la mossa al pedone 'f' sia quello di creare una minaccia ai pedoni g3 od e3. Sfortunatamente ciò comporterebbe la perdita di un tempo e, per di più, una volta che la Donna nera sarà portata nella posizione per minacciare il matto, i pedoni saranno di nuovo liberi da minacce. No, la chiave di questa posizione risiede in una mossa molto più sottile ed efficace: 1..., Af3!!.

Questo è il modo giusto di bloccare il viaggio del Re sull'altro lato della scacchiera. Stiamo semplicemente calando dritto il nostro Alfiere sul percorso del Re bianco, e ponendolo proprio in fronte al pedone f2, gli stiamo di fatto impedendo di muoversi. Usiamo il nostro Alfiere come "carne da macello", dato che per catturare l'Alfiere il pedone g2 deve muovere e nel processo ci fornirà un blocco ancora più forte del pedone f2: un pedone bianco in f3! Così il "regolare traffico" nell'area di Re bianco diventa un ingorgo, e ciò ci permetterà di minacciare, alla prossima mossa, un matto imparabile.
Messo di fronte a questa situazione disastrosa, il Bianco cercherà di frapporre alcune "distrazioni" sacrificando il suo Cavallo con 2. Cxd5. Quanto questo tentativo sia efficace rimane molto dubbio, Il Nero deve solo catturarlo con 2..., Axd5 e dopo 3.Tc5, Ta2; è facile vedere che la progressione del Nero è inarrestabile. E non pensate che il Nero, all'improvviso, abbia commesso una svista! Perchè se il Bianco dovesse prendere la Ta2 con la Donna, cercando di sfruttare l'inchiodatura sulla quinta traversa, il Nero ha a disposizione la graziosa mossa intermedia ("zwischenzug") Dh5 che minaccia il matto, ed anche se il Re bianco sfuggirà, dopo f4, Dh2+ la Donna nera lascia la traversa per catturare la Donna del Bianco alla prossima mossa.
Per questo motivo il Bianco continua con 4. Dd1 ma il suo destino è segnato, dopo il successivo "colpo" del Nero: 4..., Dxg3!
Proprio ora ci si ricorda di quanto debole sia in realtà il Re del Bianco e come continuino ad essere sempre pochi i pezzi che si preoccupano di difenderlo. Ci sono adesso 2 minacce di matto: in h2 ed in g2. Mentre il Bianco ne blocca una, non può bloccare anche l'altra, non importa più che cosa può provare a fare. Certo prendere la Donna gli darà fiato per una mezza mossa in più, ma questo è tutto quello che gli rimane prima del matto. Dopo Txg2# le due Torri e l'Alfiere danno matto al Re bianco di fronte a tutti i suoi soldati, impotenti. Nessuna meraviglia che il Bianco decida di abbandonare...