Crea sito

La mia analisi: Il Nero ha un pedone in più e i due Alfieri. E' un inconveniente che l'Ae6, quello "buono", sia in presa, però potrebbe essere sacrificabile, dato che in due mosse il Nero potrebbe arrivare col pedone in a2, ad un passo dalla promozione. La Torre del Bianco vince il confronto con quella nera: è già in 7ª traversa ed attacca contemporaneamente l'Ae6 e il pedone a7. L'Alfiere del Bianco è anch'esso ottimo: oltre che "buono" è attivo sulla bella diagonale maggiore. Quindi a favore del Bianco diamo le buone posizioni di Alfiere e Torre, a favore del Nero il possesso del pedone in più, dei due Alfieri e la scarsa posizione del Cavallo bianco, che in questo momento ha b2 come unica casa di gioco. Se al Nero assegno le due mosse cxb e bxa (probabilmente la seconda il Nero la può fare perchè il Bianco vorrà catturare l'Ae6), quale seconda mossa dare al Bianco? Ad5! e il Bianco costituisce una bella batteria Torre-Alfiere sulla debole diagonale a2-g8, e in g8 si trova il Re del Nero, guarda caso. Anche se è il Nero ad avere la terza mossa, inutile sarà la promozione a Donna in a1, dato che il Nero si becca il matto con Te8+ e Txf8#. Dopo 1..., cxb3; il Nero potrebbe tentare una 2ª mossa come Rh8 per togliersi dalla diagonale, ma anche il Bianco allora potrebbe cambiare la sua 2ª mossa: 2. axb2 e il Nero avrebbe perso l'Ae6 inutilmente. Per cercare di conservare i due Alfieri,  mantenere la difesa al proprio pedone in c4 e, sopratutto, conservare un certo controllo sulla diagonale a2-g8 a difesa anche del proprio Re, allora il Nero potrà semplicemente ritirare l'Alfiere in f7, alla sua prima mossa!

La lezione del GM Schwartzman:  

Sono quasi certo che vi sarete accorti subito che questa è un'altra lezione "col trucco". Altrimenti perchè vi avrei presentato una posizione in cui il vostro Alfiere è sotto attacco? Questa cosa vi ha dato da pensare, vero?
Ma iniziamo! Il Nero sembra avere una mano superiore. Ha un pedone in più e la coppia degli Alfieri. Inoltre, Il Cavallo in a4 non è certamente uno dei pezzi migliori del Bianco. Sfortunatamente, la Torre del Bianco compensa tutti i suoi svantaggi. E' ottimamente posizionata, sulla 7ª traversa, e minaccia l'Alfiere nero. In circostanze normali, la situazione di questo Alfiere sarebbe molto chiara. L'Alfiere è attaccato, perciò bisognerebbe subito sottrarlo alla minaccia! Qui, comunque, le cose non sono così semplici. Per due ragioni:

  1. Se muoviamo l'Alfiere, il Bianco risponderà catturando il pedone a7;
  2. In alternativa alla fuga dell'Alfiere, vediamo di avere a disposizione qualcosa, una manovra, che si mostra molto interessante!

Come sappiamo, l'attacco è spesso la migliore difesa! Perciò, cosa pensare dell'avere a disposizione una delle migliori specie di attacco: la cattura di uno dei pezzi avversari?. Mi riferisco naturalmente alla mossa 1..., cxb3

Spero sinceramente che abbiate dato almeno un'occhiata a questa possibilità. Voglio dire: come potreste non averlo fatto? Non solo state catturando un pedone, ma vi state anche avviando sulla strada di regalare al vostro umile pedone il dono che gli è più caro: la 1ª traversa! Perciò, come già detto, avreste dovuto dare almeno un'occhiata a questa mossa. Ora però, che abbiate dato o meno un' occhiata a questa mossa,  nasce una differente questione. Una questione a cui si può dare risposta in un solo modo: calcolando! Ovviamente, se il Bianco risponderà con 2. axb3, non potremo che ritenerci soddisfatti. Come conseguenza adesso il nostro Alfiere potrà muovere, e anche nel miglior modo possibile: catturando un pedone! Però, come spesso accade, non stiamo certo giocando contro un "idiota"... dato che dobbiamo supporre invece che il Bianco cercherà il modo di opporsi al nostro piccolo "piano", e che perciò risponderà semplicemente con la mossa 2.Txe6. Contro questa mossa siamo preparati a replicare immediatamente con 2..., bxa2.

Ammetterete che adesso le cose non si sono messe affatto male per il Nero. Ha perso sì un Alfiere, ma in compenso può mostrare la bellezza di tre pedoni in più!  Di per sè può sembrare che il Bianco non abbia fatto un cattivo affare, se non fosse per il fatto che il pedone del Nero adesso si trova in 2ª traversa, a cui aggiungere il particolare che nessuno dei pezzi del Bianco ha la possibilità di controllare la casa a1 di promozione. In parole povere: niente e nessuno potrà impedire al Nero, con la prossima mossa, di promuovere a Donna! Veramente niente e nessuno: il Bianco non dispone neanche di uno scacco al Re avversario!  
Devo dire che questo è il punto in cui, nel nostro calcolo, risiede il maggior pericolo. Perchè? Perchè la tentazione di credere che la linea di gioco considerata ha raggiunto il pieno successo, a nostro favore, la tentazione di fermarci nel calcolo e subito muovere 1..., bxc3, è veramente grande! Dopo tutto, quanto in profondità avreste supposto di dover procedere nel calcolo? La promozione assicurata a Donna di un vostro pedone, non è sufficiente a suggerire di aver calcolato abbastanza in profondità? Vorrei proprio pensarla così... ma i tanti anni trascorsi a giocare a scacchi mi hanno insegnato che NON è affatto così. E questa posizione ne è proprio la prova.
Vedete, anche se il Bianco non ha a disposizione uno scacco immediato al Re nero, ha la possibilità di prepararne uno con la mossa successiva. La sua mossa "a sorpresa" sarà 3.Ad5! Dato che questa mossa attacca anche il nostro pedone, che sta per promuovere, non avremmo molta scelta, potremo solo tentare 3..., a1=D.
Ed eccoci al punto: una nostra Donna fa la comparsa sulla scacchiera! E' anche ben posizionata e pronta a dare scacco alla mossa successiva con la scoperta di Alfiere. Ma il fatto è che tocca al Bianco e che anche questi ha a disposizione uno "scacco di scoperta".  La Te6 è l'unico ostacolo che si frappone fra l'Ad5 ed il Re del Nero in g8, perciò una sua mossa equivale ad uno scacco. La sua mossa in e8, d'altra parte, aggiunge un danno ben maggiore alla "beffa" dello scacco di scoperta: dopo 4. Te8+ e la forzata 4..., Rh8 il Bianco infligge il matto con 5. Txf8#.

Come ben sapete, la vittoria di una partita a scacchi non è affatto determinata dal materiale in più che potete avere sulla scacchiera, ma dallo scacco matto. Quello che cerco di dire qui è che a dispetto della nostra Donna in più, la partita viene in realtà vinta dal Bianco, perchè ha a disposizione un rapido ed inevitabile scacco matto...
Quello che cerco anche di dire qui è che questo è il motivo per cui la prima mossa del Nero, 1...,cxb3 non funziona, è completamente un errore grave! Può sembrare ottima  se vi fermate troppo presto nel calcolo, ma assolutamente orribile se solo vi date la pena di completare interamente il calcolo della variante. Ma, per concludere, quale sarà mai allora la mossa giusta per il Nero, nella posizione iniziale? Beh, che ci crediate o no, sarà la calma e modesta ritirata dell'Alfiere con 1..., Af7!!

Se mai vorremo vincere col Nero, la cosa non risulterà affatto facile. Col Nero, non avremo altra scelta che ritirare con calma il nostro Alfiere, e stare a vedere quello che potrà succedere... Potrà succedere che verranno scambiati alcuni pedoni, magari ne perderemo uno, e vedere sfumare così la maggior parte del nostro vantaggio. Però, cosa molto più importante, almeno non avremo perso immediatamente la partita, cosa che sarebbe invece successo a chi fra noi, fra i più "ingordi", avesse scelto la prima mossa 1..., cxb3...

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
N.d.T.: La posizione iniziale è tratta dalla seguente partita (26.ma mossa)
Lisitsin, Georgy - Yudovich, Mikhail M (Leningrado, 1934)
1.Nf3 Nf6 2.c4 c5 3.Nc3 d5 4.cxd5 Nxd5 5.g3 Nc6 6.Bg2 Nc7 7.0-0 e5 8.b3 Be7 9.Bb2 0-0 10.Rc1 f6 11.d3 Be6 12.Qd2 Qd7 13.Rfd1 Rad8 14.e3 Bg4 15.Na4 Na6 16.Ba3 b6 17.Qc3 Ncb4 18.Bxb4 Nxb4 19.Rd2 Nxd3 20.h3 Be6 21.Rcd1 c4 22.Ne1 Bb4 23.Rxd3 Bxc3 24.Rxd7 Rxd7 25.Rxd7 Bxe1 26.Re7 Bf7 27.bxc4 Bxc4 28.Rxa7 Ba5 29.Rb7 b5 30.Nb2 Bxa2 31.Ra7 Bc3 32.Rxa2 1-0