Crea sito

La mia analisi: Il Bianco ha un pedone in meno. I due Alfieri del Bianco sono più forti di quelli del Nero, per giunta l'Ab7 si trova indifeso sulla colonna 'b', attaccabile dalla Tb1. Il Ce4 e la Dd6 del Nero sono più forti dei corrispettivi del Bianco. I Re sono entrambi al sicuro. Il Ce4 piò saltare in c3, realizzando un buon "colpo". Il pedone e7 del Nero è debole, non ben difeso. Il fattore più importante della posizione, a favore del Bianco, è la posizione indifesa dell'Ab7 sulla colonna 'b'. Mossa candidata: 1. DxD, exd; 2. Axg7, Rxg7; 3. Aa4!, Ad5

La lezione del GM Schwartzman:  Questo puzzle è probabilmente uno dei più difficili, così difficile che neanche uno dei giocatori più forti al mondo, Vladimir Kramnik, riuscì a risolvere, sulla scacchiera, durante la partita. Ma prima di andare avanti, fatemi spendere due parole sulla posizione:

  1. Al posto di quale colore vorreste essere?. La risposta non è tanto difficile: sicuramente il Nero. E perchè no? Il Nero ha un pedone in più, ha due meravigliosi Alfieri attivi sulla settima traversa, e cosa dire del Ce4? In effetti è molto buono e forte;
  2. Cosa mostra di avere il Bianco, in confronto? Sfortunatamente non è che abbia molto. Certo gli Alfieri sulla colonna 'b' sono molto forti, le Torri stanno occupando delle colonne molto importanti. Ma, tutto ciò, può compensare il pedone in meno?. Vorrei poter dire diversamente, ma il fatto è che un pedone in più è sempre un pedone in più, e non ho detto che il Bianco abbia qualcosa in compenso. Per giunta, la struttura pedonale del Nero è proprio buona, dato che quella del Bianco non è affatto migliore. E io posso solo immaginare dei cambi che rapidamente porterebbero ad un finale dove il pedone extra del Nero sarebbe più che sufficiente per la vittoria.

Ma prima di deprimersi completamente per la propria posizione, il Bianco dovrebbe fare attenzione ad alcune cose che essa offre a suo probabile beneficio. CHE COSA, CHIEDERETE VOI? Bene, cosa ne dite del fatto che l'Ab7 del Nero, anche se attivo, sia indifeso, per non menzionare il fatto che sta sulla colonna della Tb1 del Bianco? E se voi pensaste che sarebbe molto difficile aprire al Bianco questa colonna, ricordate che i due Alfieri sulla diagonale a1-h8 stanno godendo di un "faccia a faccia" che in qualsiasi momento potrebbe degenerare in un cambio. Per fare il quadro completo, menziono il fatto che il Cavallo del Nero si trova in e4: certo esso è estremamente potente, ma ha a che fare con la debolezza di essere praticamente difeso solo dall'Ab7, mentre è attaccato dall'altra Te1.
Allora, perchè questa posizione è così difficile? Ci sono così tante debolezze che qualcosa, chiaramente, sta per succedere!. Tutto quello che dovete fare è guardare bene a lungo e "profondamente" per trovare il "colpo" e alla fine lo troverete, giusto?. Ebbene sì. C'è solo un piccolo problema: cosa succede dopo che avete cercato profondamente la soluzione, la trovate, la giocate e ne siete soddisfatti?. Questo è proprio quello che fece Kramnik!. Cercò la soluzione del suo problema, la trovò, la giocò: 1. Axf7
Certamente non una mossa difficile da trovare. Basatosi sull'indifeso Ab7, il Bianco procede ad aprire rapidamente la colonna 'b' e nel processo acquisisce il pedone in f7. Come ha supposto che avrebbe funzionato l'intero processo?. Semplice: il Nero replica con 1..., Txf7 ed il Bianco, con 2.Axg7, rimuove l'ultimo ostacolo sulla colonna 'b'. Tutto quello che adesso il Bianco spera è che il Nero riprenda in g7 e dopo Txb7 ha ripreso il pedone e si trova in una meravigliosa posizione.

Ma questo non è quello che è successo!. Infatti il Nero, invece di fare la cosa più ovvia, riprendere in g7, ha un'altra arma a sua disposizione (dopo 2..., DxD; 3. TexD, ...): 
3..., Cxf2!
Che mossa meravigliosa, e che situazione "comica"! Guardate quanti pezzi sono minacciati contemporaneamente !. In ogni caso il piano del Bianco non funziona più. A causa della minaccia diretta sulla propria Torre, non ha altra scelta se non catturare il Cavallo con 4.Rxf2. A questo punto il Nero sistema le cose con 4..., Axf3. In questo modo l'Alfiere si toglie dalla linea di fuoco sulla colonna 'b' e contemporaneamente rovina la struttura pedonale del Bianco, dopo di che può riprendere in g7, ed arrivare in un finale di Torri con un pedone sempre in più, cosa che per un GM è più che sufficiente per vincere.
Ma allora, che cosa è andato storto?. Tutto!. Certo le debolezze nella posizione del Nero sono quelle che abbiamo detto, e in effetti ci sono. Ma Kramnik semplicemente non spese abbastanza tempo e sforzi per trovare la mossa giusta che l'avrebbe fatto vincere. Ironicamente, la variante giusta inizia con una mossa "innocente":
1. DxD!
Il Nero non ha che una risposta, ricatturare con 1..., exd6, dopo di che segue un altro cambio con 2.Axg7, Rxg7 che porta ad una interessante realizzazione: la settima traversa è diventata più aperta. Ciò significa che ogni cattura in f7 avrebbe come risposta la ricattura in f7 con la Torre, e da qui adesso questa Torre difenderebbe l'Ab7. Così la cattura in f7 con Axf7 adesso, per il Bianco è fuori questione, ma ciò non significa che sia fuori questione un'altra mossa d'Alfiere. Al contrario, adesso è proprio una mossa di Alfiere, la mossa fantastica che prova il fatto che sia quella giusta: 3.Ae6!!
Assolutamente fortissima!. Certo, la settima traversa è diventata più aperta, ma in realtà il Bianco si avvantaggia proprio di questo fatto. Se il Nero ora cattura l'Ae6, il Bianco prende in b7 con scacco e poi segue la cattura del Ce4. Inoltre il matto in prima traversa non funzionerebbe perchè il Cavallo bianco o la Torre sono abbastanza vicini ad e1. Messo di fronte a questa situazione, il Nero deve muovere la propria Torre, preferibilmente in una casa da dove possa difendere la causa di tutti i suoi problemi, l'Ab7. Così il Nero è obbligato a 3..., Tc7. E adesso cosa deve fare il Bianco? Bene, non c'è niente di più noioso per l'avversario di quando continuate ad attaccare su una debolezza nota, o su più debolezze! E poichè l'Ab7 e il Ce4 sono ancora vulnerabili, come lo sono sempre stati, c'è un modo di avvantaggiarsene ulteriormente. Il modo è: 4.Txb7! Un sacrificio temporaneo, che forza il Nero a riprendere con 4..., Txb7 che è controbattuta dalla 5. Ad5.
Messo di fronte alla scelta di restituire il materiale catturato, o prendere due pezzi per la Torre, il Nero deve scegliere la prima opzione. Ma ancora una volta, dopo 5..., Cc5; 6.Axb7, Cxb7; 7.Te7 la posizione adesso è molto differente.
Certo, abbiamo di nuovo un finale di Torri, con il Nero che ha ancora un pedone in più. Ma la situazione non è più la stessa. Il Nero è sotto pressione e ci sono abbastanza pedoni deboli: a7, d6 ed f7, da rendere difficile al Nero la difesa. Prego, credetemi, le chances del Bianco di pattare la partita sarebbero state assolutamente molte!. Ma, ancora una volta, dovete aver trovato l'intera variante che porta a questa posizione. E nemmeno Kramnik riuscì a vederla, almeno fino a quando si trovava sotto pressione...


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
N.d.T.: La posizione iniziale è tratta dalla seguente partita (22.ma mossa):
Kramnik, Vladimir - Leko, Peter (Dortmund, 1998)
1.d4 Nf6 2.c4 c5 3.d5 b5 4.Nd2 bxc4 5.e4 c3 6.bxc3 g6 7.Nc4 d6 8.Bd3 Bg7 9.Nf3 0-0 10.0-0 Nbd7 11.Bd2 Nb6 12.Na5 c4 13.Bc2 Qc7 14.Re1 Nbxd5 15.Nxc4 Nxc3 16.Bxc3 Qxc4 17.Bb2 Bb7 18.Bb3 Qa6 19.e5 Ne4 20.Rb1 Rac8 21.exd6 Qxd6 22.Bxf7+ Rxf7 23.Bxg7 Qxd1 24.Rexd1 Nxf2 25.Kxf2 Bxf3 26.gxf3 Rc2+ 27.Kg3 Kxg7 28.Rb3 Rxa2 29.Rd7 Ra5 30.h4 h6 31.Rc3 e6 32.Rd6 Kf6 33.Re3 Re7 34.Re4 g5 35.Rc6 Re5 36.Ra4 gxh4+ 37.Rxh4 h5 38.Ra6 Rg7+ 39.Kf2 Rb7 40.Rha4 Rb2+ 41.Kg3 Rg5+ 42.Kh3 Rb3 43.Kh4 Rf5 44.f4 Rb7 45.Re4 Re7 46.Rea4 Rb5 47.Rxa7 Rxa7 48.Rxa7 Rb4 49.Kg3 Rb3+ 50.Kg2 Kf5 51.Ra5+ Kxf4 52.Rxh5 1/2