Crea sito

La mia analisi: Il materiale è pari. La struttura pedonale è perfettamente pari, con i pedoni in e5 ed e5 entrambi deboli. Le Torri sembrano entrambe ben posizionate e attive,, tuttavia quella del Bianco ha una combinazione con cui può colpire subito. Il motivo è determinato si dalla debolezza del pedone e5, ma anche da quella del Cd7, in questo momento difeso solo dal Re e inchiodabile sul Re con Tc7. Toccando al Bianco, è da notare anche la debolezza del pedone b6, che in effetti è subito catturabile, essendo attaccato in due e difeso solo dal Cd7. Il fatto è però che il Nero potrebbe rivalersi sul pedone a3, con Txa3. E' anche una questione di "tempi": il Bianco non può essere contrastato nel sacrificio di qualità sul Cd7, dopo di che con Cxe5 realizzerebbe un attacco doppio. Vediamo: 1. Tc7, Rd8; 2. Txd7, Rxd7; 3. Cxe5+, Rd6; 4. Cxf3, gxf3; 5. Rxf3 e il Bianco vince facilmente, con due pedoni in più. Se 1..., Tc3; 2. Rd2, Tb3; 3. Rc2, Tf3;  e il Bianco può realizzare lo stesso l'attacco doppio di Cavallo in e5. Se 1..., Tb3; 2. Cxb6, Rd6; 3. Txd7, Rc6; 4. Te7, Rxb6; 5. Txe5, Tb2+; 6. Re3, Txh2;.

La lezione del GM Schwartzman
:
Questo puzzle non è stato molto difficile, vero? Bene, penso comunque che è un finale molto interessante. In questo momento la posizione è pari dalla prospettiva del materiale, ma anche molto "dinamica".
Entrambi hanno in realtà delle debolezze su ampia scala: il Bianco le ha in a3, e4, h2, il Nero in a6, b6, e5 ed h5. In realtà, il Bianco potrebbe scegliere di catturare subito in b6, ma naturalmente questo comporterebbe la perdita del pedone a3... Devo dire che da un punto di vista strettamente posizionale, è molto difficile dire chi sta meglio. Entrambi hanno delle Torri molto attive, e Re molto passivi. Sembra come se il Nero avesse a disposizione maggiore spazio, a causa del pedone avanzato g4, ma ciò non costituisce un grosso vantaggio. Il Bianco, comunque, ha un leggero ma importante vantaggio: UN CAVALLO MEGLIO POSIZIONATO.La differenza fra i due Cavalli è ovvia: quello del Bianco sta gestendo la difesa della propria debolezza in a3 e sta attaccando due dei pedoni deboli del Bianco, mentre quello del Nero non ha altra chance che quella di stare bloccato lì a difendere i suoi due pedoni deboli. Comunque, a questo punto, il Bianco potrebbe scegliere di rilocare il proprio Cavallo. La sua idea sarebbe logica: il Cc4 potrebbe essere attaccato in qualsiasi momento da b6-b5, cosa che lo rende abbastanza insicuro. In aggiunta, il Bianco ha anche visto che il Nero si sta preparando a giocare Tc3, inchiodando il Cavallo, e creando così ulteriori minaccie. Per tutto questo, e per il fatto che c'è una casa molto buona per il Cavallo, non troppo distante, la casa d5, il Bianco è pronto a giocare 1. Ce3 in questa posizione.
Adesso, prima di buttarvi a scrivermi che questa non è assolutamente la mossa migliore, permettetemi di confermare questa opinione. 1. Ce3 NON è la mossa migliore, anche se fu eseguita da uno dei migliori giocatori al mondo. In verità il Nero replica con 1..., Cf6, avvantaggiandosi della mossa del Cavallo bianco, e fu capace di ottenere una patta senza troppe difficoltà. Questa affermazione, in sè stessa, non suona molto cattiva, ricordando la posizione iniziale, che non è affatto molto migliore di quella che si origina da 1. Ce3, Cf6;. ECCETTO il fatto che il Bianco, nella posizione iniziale, può vincere sicuramente la partita, e anche molto più facilmente! Detto tutto ciò, il Bianco dovrebbe notare che Tf3 e Cd7 del Nero sono nella posizione di subire una forchetta di Cavallo da e5. Se aggiungete che il Cavallo bianco in c4 avrebbe da fare un solo salto per andare in e5, la mossa migliore per il Bianco, nella posizione iniziale, è subito chiara: 1.Tc7!
Se il Cd7 è l'unico difensore di e5, perchè non eliminarlo?. Comunque, quello che è sorprendente è che, a causa della configurazione "a forchetta" prima detta, il Nero non ha alcun modo per sfuggire alla inchiodatura... Per esempio a una mossa di Re come 1..., Rd8; o 1..., Rd6; il Bianco risponde con 2. Txd7! Dopo 2..., Rxd7; 3.Cxe5, Rd6; 4. Cxf3 il Bianco entra in un finale di pedoni completamente vinto grazie ai due pedoni in più. Nè le mosse di Torre aiuterebbero altrimenti il Nero. Se il Nero cercasse, quando è il suo turno, di inchiodare il Cavallo bianco, giocando 1..., Tc3; il Bianco avrebbe l'ottima chance di attaccare la Torre con 2. Rd2. Dopo che la Torre muove di nuovo, la strada è aperta per Cxe5, Cxb6 o altre buone cose del genere. Finalmente, se invece di Tc3, la Torre del Nero va da un'altra parte, ad es. 1..., Tf6; le cose si metterebbero più che bene per il Bianco. L'idea nascosta, di base, del Nero sarebbe quella di aspettare fino a che il Bianco prende il pedone con  2.Cxe5, e quindi creare un'interessante forchetta di Re giocando 2..., Rd6;, attaccando Torre e Cavallo bianchi allo stesso tempo. Questa idea non è affatto cattiva... Se il Bianco fa l'errore di prendere il Cavallo con la Torre, dopo che prenderà il Ce5, non verrà fuori un gran bel finale per il Bianco, dato che la straordinaria attività del Re nero sarà più che un compenso per il pedone in più del Bianco.
Comunque, fortunatamente per il Bianco, egli può catturare con Cxd7 (anzichè Txd7), ancora a causa della configurazione dei pezzi: accade infatti che adesso il Cd7 del Bianco attacchi Tf6...Questo, naturalmente, mette fine alla storia del Nero...D'accordo, qual'è allora il grande affare? Il Bianco ha avuto una mossa per vincere facilmente, e non l'ha trovata...quante volte avremo fatto la stessa cosa? Bene, eccetto che in questa particolare partita, il giocatore con i pezzi bianchi era Garry Kasparov! La posizione si era verificata alla 39ª mossa nella seconda partita del match di Londra 1986 contro Karpov e, che ci crediate o no, egli mancò questa semplice vittoria. Non c'è bisogno di dirlo, una vittoria nella 2ª partita del match avrebbe reso molto più facile la battaglia a seguire...
[N.d.T.: da notare 1.Tc7, Tb3; 2.Cxb6, Rd6; 3.Txd7, Rc6; 4.Ca4!! e adesso la forchetta a Re e Torre si verifica da c5, se il Nero risponde con 4..., Rxd7.]

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
N.d.T.: La posizione iniziale è tratta dalla seguente partita (39.ma mossa)
Kasparov, Garry - Karpov, Anatoly (Londra / Leningrado, 1986)

1.d4 Nf6 2.c4 e6 3.Nc3 Bb4 4.Nf3 c5 5.g3 Nc6 6.Bg2 d5 7.cxd5 Nxd5 8.Bd2 cxd4 9.Nxd4 Nxd4 10.Nxd5 Bxd2+ 11.Qxd2 Nc6 12.Nf4 Qxd2+ 13.Kxd2 Bd7 14.Rhc1 Ke7 15.Nd3 Rhc8 16.Nc5 Rab8 17.Rc3 Nd8 18.Rac1 Bc6 19.Nd3 Bd7 20.Ne5 Rxc3 21.Rxc3 Be8 22.b4 a6 23.Be4 h6 24.a3 f6 25.Nd3 Bc6 26.Bxc6 Nxc6 27.Nc5 Ne5 28.f4 Nd7 29.Nb3 Kd6 30.e4 g5 31.Ke3 e5 32.fxg5 fxg5 33.Na5 g4 34.Rc2 h5 35.Rc1 b6 36.Rc6+ Ke7 37.Nc4 Rf8 38.Ke2 Rf3 39.Ne3 Nf6 40.Rxb6 Nxe4 41.Rxa6 Rf2+ 42.Kd3 Nd6 43.Ra7+ Ke6 44.Rh7 e4+ 45.Kc3 Nb5+ 46.Kc4 Nxa3+ 47.Kd4 Rxh2 48.Rh6+ Kd7 49.Nd5 h4 50.Rxh4 Rxh4 51.gxh4 g3 52.Nf4 Nc2+ 1/2