Crea sito

La mia analisi: Il materiale è pari. Le strutture pedonali sono simili, con b5 - d6 deboli per il Nero e c3-e4 deboli per il Bianco. Quest'ultimo è in vantaggio di spazio al centro, il Nero sull'ala di Donna. Solo il Nero ha un pezzo indifeso, il Cb7. Il fattore principale della posizione sembra essere la tensione fra le Torri sulla colonna 'a' aperta, sulla quale il Nero sembra in vantaggio: minaccia sia Ta4 che TxT, cioè la formazione di un pedone passato in a4 o il raddoppio delle Torri. Forse un buon piano per il Bianco potrebbe essere quello di bloccare momentaneamente la colonna 'a' con 1.Aa7, per avere il tempo di raddoppiare le Torri con 2.Ac2 e 3.Tea1. Dovrebbe funzionare perchè tutti i pezzi del Nero non hanno buone case dove andare, in pratica è come se avesse tutti i suoi pezzi "cattivi", con nessuna possibilità di opporsi alla sequenza detta di tre mosse del Bianco. Il Nero potrebbe rispondere con Ag7,  Df8 e il Bianco manovrare per triplicare sulla colonna 'a' con Ta6, T1a3 e Da2. Tutto questo sempre perchè il Nero non ha modo di migliorare significativamente la posizione dei propri pezzi (forse l'unica manovra buona che avrebbe sarebbe quella che prevede di portare un Cavallo in a4,  con Ae8, Cf6-d7-b6-a4). Quindi 1.Aa7, Ae8; 2.Ac2, Cd7; 3.Tea1.

La lezione del GM Schwartzman:  Quando pensate agli scacchi, certamente non pensate che sia uno sport violento. Certo, ci potrebbe essere qualche dura pedata sotto il tavolo, ma non è che succeda molto spesso...
Se guardate alla scacchiera, invece, le cose potrebbero essere molto differenti. Quello che succede tra i pezzi degli scacchi è certamente molto violento, ed è significativo che sia proprio così. Essi combattono, catturano, avanzano, fanno tutte le cose che fanno gli eserciti in guerra. Ma l'argomento di cui voglio parlare oggi riguarda una violenza più "sottile": lo strangolamento. E non mi riferisco allo strangolamento del vostro avversario dopo che avete perso, questa è una mossa illegale...No, mi sto riferendo a quella forma di strangolamento, molto più accettata, che si verifica quando uno dei giocatori cerca fondamentalmente di far "morire di fame d'aria" i pezzi
dell'avversario. Questa posizione penso ne sarebbe un esempio perfetto, specialmente perchè è stata realizzata dal "campione dello strangolamento", il già Campione del Mondo Anatoly Karpov.

Guardando alla posizione già potete vedere a cosa mi riferisco. Guardate solo a tutti i pezzi del Nero e alle pochissime case che hanno a disposizione! Cominciamo dalla Donna. Pur essendo il pezzo più potente sulla scacchiera, può andare solo in tre case, senza essere catturata. La Tc8 ne ha solo due, l'Af8 pure solo due, l'Ad7 solo una, il Cb7 nessuna e il Cf6 beh, diciamo che ne ha una e mezza.
Non è questa cosa assolutamente rimarchevole? Siamo qui, nel bel mezzo del medio gioco, e i pezzi del Nero sono fondamentalmente ridotti alla più completa passività. Naturalmente, la causa di questa situazione risiede nella disposizione dei pezzi del Bianco, specificatamente i pedoni. Karpov li ha disposti meravigliosamente bene, da dove possono "strangolare" al meglio i pezzi del Nero: il pedone d5 a bloccare il pedone d6 e a impedire l'accesso alle importanti case c6 ed e6; il pedone b4, in questo modo così "strategico", impedisce al Nero l'accesso alle case a5 e c5; ed ultimo ma non ultimo, il pedone h3 impedisce l'importante casa g4 sia all'Ad7 che al Cf6.  Notate però che nella mia presentazione ho tralasciato un pezzo del Nero: la Ta8!. Questo pezzo è l'unica eccezione di valore: non solo è posizionata su colonna aperta, cosa che nessun altro pezzo del Nero può vantare,
ma è realmente una Torre meravigliosa, con l'opportunità di catturare la Ta2 del Bianco, come pure di provocare ulteriori danni sulla colonna 'a'. Questo fatto, ovviamente, è inaccettabile per il Bianco.  Dopo aver lavorato così duramente per costruire questo eccezionale "strangolamento", Karpov non vuole assolutamente permettere che il Nero se ne liberi usando l'unica colonna aperta sulla scacchiera. No egli ha bisogno di chiuderla rapidamente ed effettivamente. Ed ecco l'unico modo per farlo: 1.Aa7!
Il colpo di grazia! Non solo praticamente l'Alfiere chiude la colonna, ma toglie definitivamente un'altra casa dal già ristretto campo del Nero. Adesso la Ta8 viene trasformata, da miglior pezzo del Nero a un pezzo che non ha case dove andare, mentre l'altra Tc8 si vede ridotta ad avere una sola casa a disposizione (c7), e neanche tanto buona a causa di Aa7-b6.
Il quadro adesso è perfetto. Il Nero ha da lavorare con molte mosse per liberarsi da questa morsa, mosse che il Bianco ha poi usato per raddoppiare le proprie Torri sulla colonna 'a' ed essere alla fine pronto per la penetrazione decisiva. Inutile dirlo, Karpov poi vinse la partita... E tutto questo accadde usando il metodo più "soft" a disposizione del killer: un soffice cuscino di piume...
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
N.d.T.: La posizione iniziale è tratta dalla seguente partita (24.ma mossa)
Karpov, Anatoly - Unzicker, Wolfgang (Nizza, 1974)
1.e4 e5 2.Nf3 Nc6 3.Bb5 a6 4.Ba4 Nf6 5.0-0 Be7 6.Re1 b5 7.Bb3 d6 8.c3 0-0 9.h3 Na5 10.Bc2 c5 11.d4 Qc7 12.Nbd2 Nc6 13.d5 Nd8 14.a4 Rb8 15.axb5 axb5 16.b4 Nb7 17.Nf1 Bd7 18.Be3 Ra8 19.Qd2 Rfc8 20.Bd3 g6 21.Ng3 Bf8 22.Ra2 c4 23.Bb1 Qd8 24.Ba7 Ne8 25.Bc2 Nc7 26.Rea1 Qe7 27.Bb1 Be8 28.Ne2 Nd8 29.Nh2 Bg7 30.f4 f6 31.f5 g5 32.Bc2 Bf7 33.Ng3 Nb7 34.Bd1 h6 35.Bh5 Qe8 36.Qd1 Nd8 37.Ra3 Kf8 38.R1a2 Kg8 39.Ng4 Kf8 40.Ne3 Kg8 41.Bxf7+ Nxf7 42.Qh5 Nd8 43.Qg6 Kf8 44.Nh5 1-0