Crea sito

La mia analisi: Il materiale è pari. La struttura pedonale sembra migliore per il Nero, i propri pedoni gli danno vantaggio di spazio sull'ala di Donna e al centro, mentre quelli dell'arrocco non sono indeboliti, al contrario di quelli del Bianco. Il pedone avanzato in g3 infatti ha indebolito le due diagonali a8-h1 e f1-h3. Anche per quanto riguarda i pezzi, a parte la parità fra le Torri, entrambe sulla stessa colonna aperta, sembra che Donna e Cavallo del Nero siano superiori a quelli del Bianco: la Donna nera è ben centralizzata, mentre il Cavallo preme sulle case deboli e3, f2 ed h2. Fin qui però solo la valutazione delle caratteristiche "statiche" della posizione. Le caratteristiche dinamiche e geometriche sono invece tutte favorevoli al Bianco: prima di tutto osserviamo che il Cavallo e la Donna del nero sono indifesi e poi che tutti e tre i pezzi del Bianco giocano molto ben "coordinati", dato che basterà deviare la Donna nera dalla difesa della casa e7, per dare su questa casa uno scacco mortale con Ce7+. A questo scopo notiamo pure la coordinazione del Cavallo con la Donna, che possono attaccare in due il debole pedone g7, minacciando ancora una volta il matto. Per deviare la Donna nera verrebbe subito in mente lo scacco con 1.Dxd5+, se non fosse che il Nero ricattura con scacco, con 1..., Dxd5+. Ripiegamo per l'occupazione della non meno micidiale casa d4: da qui la Donna non solo minaccia il matto su g7 in coordinazione col Cavallo, ma attacca contemporaneamente il Cavallo e la stessa Donna del Nero! Se il Nero vuole salvarsi può solo tentare il sacrificio di Donna per Cavallo e Torre, altrimenti, dopo 1..., Dxd4 subirà il matto in due con 2. Ce7+ e 3. Txf8#. Conclusione: il Bianco vince immediatamente con 1. Dd4!

La lezione del GM Schwartzman:  Quando scelsi questo puzzle, in realtà pensai che sarebbe stato divertente presentarvelo, indipendentemente dalla mia esperienza di insegnamento... Dico questo perchè ero curioso di verificare quanti fra di voi si sarebbero presi il giusto tempo necessario per trovare la soluzione, e quanti invece avrebbero dato solo un'occhiata veloce alla posizione, prima di scegliere la loro mossa, senza ulteriori controlli.
Non sto a darvi il risultato del mio piccolo esperimento (non vorrei apparire rude), però posso assicurarvi che nessuno dei due modi descritti è utile alla pratica di gioco, se messi in atto brutalmente. Per esempio, nel gioco blitz, in condizioni sotto la pressione del tempo, diventa sicuramente molto importante, se non addirittura vitale, la capacità di prendere decisioni rapidamente. Viceversa, nelle partite di torneo, questo modo di giocare può costituire un handicap serio - non sto a raccontarvi di tutte le volte che ho sbagliato mossa per un'unica ragione: muovere troppo velocemente, troppo sicuro della mia comprensione della posizione.
Ma prima di procedere, lasciate che vi spieghi bene perchè ho tanto insistito su questo punto.
Potete ben vedere che la posizione in sè stessa non è particolarmente insidiosa per il Bianco. Il materiale è pari, ma il vantaggio di spazio del Nero è tale da assicurargli una posizione generale migliore. Se dovessi scegliere la debolezza maggiore del Bianco, punterei sulla posizione del suo Re. Dopo tutto, l'idea alla base del fianchetto di Alfiere è quella di mettere l'Alfiere in una buona posizione, oltre a quella di difendere meglio il proprio Re. Sfortunatamente, una volta cambiato questo Alfiere in fianchetto, la posizione del Re si indebolisce, molto di più rispetto al caso in cui, pur cambiando l'Alfiere, non avevate spinto il pedone della colonna 'g'... Questo è il motivo per cui l'avversario sarà sempre così impaziente di cambiarvi questo Alfiere...
In questa situazione, la debolezza del lato di Re del Bianco è ulteriormente aggravata dal fatto che il Cavallo del Nero ha trovato temporaneamente una buona posizione in g4. Aggiungiamo anche il fatto che la Donna del Nero mantiene sotto tiro l'ala suddetta dall'importantissima diagonale a7-g1, e che la Tf8 completa l'opera premendo dalla colonna 'f'.
Comunque, a dispetto di questi numerosi valori "positivi" per la posizione del Nero, non dobbiamo dimenticare che sarà sempre una continuazione "concreta" quella che potrà decidere la partita. E come hanno provato, da sempre, tanti Grandi Maestri, alla fine LA MIGLIORE DIFESA E' L'ATTACCO!!
Il fatto è che la posizione del Nero, in fondo, non è così impeccabile come potrebbe sembrare dall'analisi fatta precedentemente. Mentre la sua Donna e il Cavallo godono indubbiamente di una posizione eccellente, è il suo Re che si trova, invece, in serio pericolo. Perchè? Per cominciare, staziona pericolosamente su una diagonale aperta e inoltre ha di che soffrire della posizione troppo ravvicinata del Cf5 del Bianco... Per non menzionare il fatto che l'apertura della colonna 'f' è una pericolosa arma a doppio taglio: invece che essere un fattore positivo a proprio favore, potrà rivelarsi fonte di numerosi guai per il suo Re.
Se mi chiedeste come si fa a trovare la mossa giusta in questa posizione, penso che vi darei due risposte semplici: 1) approfondire molto bene la comprensione delle caratteristiche della posizione e 2) usare un "pizzico" di fantasia. Assunto che siamo arrivati a completare bene la prima parte del nostro compito, cerchiamo di fare la seconda parte del lavoro "mettendo in moto" l'immaginazione e la fantasia. Per immaginazione intendo la capacità di pensare a certe possibilità anche quando non sono immediatamente disponibili, ma che potrebbero diventare realtà. Specialmente se potremo fare concretamente qualcosa per realizzarle, e cioè operazioni tattiche, in fondo molto comuni, alla ricerca di "combinazioni".
Nel nostro caso, non dovrebbe risultarvi molto difficile trovare l'ispirazione: immaginate solo quanto sarebbe bello poter dare scacco al Re con la mossa Ce7, senza che questi possa essere catturato dal Nero; il Re nero sarebbe costretto a rifugiarsi in h8, dopo di che potremmo catturare la Tf8 (assumendola, naturalmente, indifesa) dando scacco matto.
Questo tipo di immaginazione, usualmente applicata però in situazioni ben più complicate dell'attuale, è quella che viene chiamata "visione combinativa", quell'occhio speciale che ci aiuta a vedere più rapidamente questo genere di possibilità, e ogni volta  sempre più rapidamente, per tutte le volte che lo avremo utilizzato e messo in paratica. Tutti ciò però non è ancora sufficiente! Va bene aver trovato l'idea vincente, ma dovremo trovare, sopratutto, un modo concreto per realizzarla.
Bene, non è difficile realizzare che l'unico pezzo del Nero che impedisce l'attuazione del nostro piano è la Donna, perciò sbarazzarsene in qualche modo dovrebbe diventare l'obiettivo di massima priorità. Ecco che qui potremmo però cadere in una vera e propria trappola! Sembrerebbe così semplice lasciarsi tentare dal "brillante" sacrificio di Donna in d5 (1. Dxd5+??), e correre subito a festeggiare la vittoria!!

Dovete ammettere che tale sacrificio sembra proprio "brillante" - uno scacco di Donna che forza il Nero alla sua cattura, permettendoci finalmente 2. Ce7+ e il successivo matto... MA, l'importantissimo dettaglio che trascureremmo, presi dalla febbre della immediata vittoria, sarebbe quello che quando il Nero catturerà la nostra Donna, LO FARA' CON SCACCO AL NOSTRO RE! Scomparirà del tutto la possibilità dello scacco con Ce7...
Quando ci saremo "calmati", dopo questa avvilente scoperta, non dovremo cadere nell'eccesso opposto, considerando l'idea di base cattiva! No, l'idea di base rimarrà giusta, quello che dovremo rivedere sarà semplicemente la sua esecuzione. A riprova di ciò, considerate che solo una singola casa separa il terribile errore che avremmo commesso da quella che invece è la mossa giusta e vincente, e cioè... 1. Dd4!

Anche se sembra una mossa molto meno eccitante del sacrificio di Donna in d5, essa farà assolutamente bene tutto il lavoro richiestogli per la realizzazione del nostro piano originario. Con questa mossa si attacca la Donna del Nero, il Cg4, e si minaccia il matto in g7 contemporaneamente. Il Nero sarà costretto a prendere una decisione penosa: se cattura la Donna avremo libera la casa e7 per lo scacco di Cavallo e il successivo matto in due; se muove semplicemente la Donna potremo catturare il Cg4; se 1..., Txf5; 2.Dxc5, Txf1+; 3.Rg2 non avremo nessun problema a vincere la partita.

Una combinazione graziosa, con una graziosa e piccola trappola incorporata. Spero vi sarete divertiti !