Crea sito

La mia analisi: Il Nero ha un pedone in più. La Torre del Nero, anche se in presa, sembra migliore di quella del Bianco, chiusa tra i propri pedoni. Il pedone in più è di enorme valore, perchè libero, passato e lontano. I pedoni del Bianco sono cattivi perchè bloccano la Torre. In circostanze normali, con 1..., Tb4 il Nero potrebbe impedire l'entrata del Re bianco, ma qui c'è lo scacco con 2. fxe+. Questo scacco è un'arma potente del Bianco, con cui risponde sia a 1..., Tb4 che a 1..., a3. Se 1..., Rf7; 2.Rxe4, a3; il Nero perde perchè il Bianco risponde con 3. fxe e 4. Tf5+, controllando poi la promozione del pedone con Tf1.  La mossa 1..., Rf5; non può andare bene perchè con 2. Tg5+ il Bianco migliora la posizione della propria Torre con scacco, cioè in pratica ha guadagnato un tempo nei confronti dei 3 tempi di cui ha bisogno il pedone a4 per la promozione. Tra f7 ed e7 è meglio scegliere, per il Re, la casa f7 perchè il Bianco non avrebbe scacchi di Torre, come invece l'avrebbe con Txe5+ se il Nero avesse scelto la casa e7 per la ritirata del Re. Neanche a parlarne di 1...Re6; perchè c'è lo scacco 2. f5+. Comunque, il Nero ha 3 mosse, di pedone, per arrivare a promozione. Le 3 mosse corrispondenti del Bianco, vorranno raggiungere due obiettivi:

  1. Migliorare la posizione della propria Torre o del Re (avvicinandolo ad esempio al pedone libero del Nero);
  2. Impedire l'avanzata del pedone del Nero.

Appurato che il pedone non può subito avanzare a causa di fxe5+, e che lo scacco di Torre con 1...,Td4+; farebbe avvicinare il Re al mio pedone libero con 2. Rc3, non rimane che considerare le mosse di Re, come prima mossa del Nero. Queste mosse di Re devono tendere a non favorire gli scacchi di Torre, dato che in questo modo il Bianco raggiungerebbe sia l'obiettivo di migliorare la posizione della propria Torre che quello di impedire l'avanzata del mio pedone, dato che allo scacco di Torre non posso che rispondere con una mossa di Re. D'altra parte il Bianco uscirebbe fuori con una mossa "libera", con cui potrebbe tentare ulteriori miglioramenti della posizione della Torre. Dimenticavo: è appurato pure che il Nero può sacrificare (cioè lasciare in presa) la propria Torre in e4 se questo significa:

  1. avanzata del mio pedone libero;
  2. allontanamento del Re dal pedone;
  3. la Torre del Bianco non migliora la propria posizione, nel tentativo di liberarsi.
Le mosse di Re:
  1. 1..., Rf5; va esclusa perchè il Re nero è soggetto a Tg5+;
  2. 1..., Re6; va esclusa per 2. Rxe4 (il Re si allontana, è vero, dal mio pedone, ma adesso il Bianco ha a disposizione 2 mosse per arrivare a uno scacco (Tg5 e Txe5+, che fermerebbero l'avanzata del pedone poi da a5);
  3. 1..., Re7 e 1..., Rf7 vanno entrambe escluse per la possibilità del Bianco di dare scacco sulla corrispondente colonna.
Rimane 1..., Rg7!!


La lezione del GM Schwartzman
:
Spero sinceramente che vi divertirete con questo puzzle, che considero forse uno dei finali più belli che abbia mai visto nella mia intera vita!. Perchè è così bello?. A causa dell'idea assolutamente meravigliosa che il Nero ha avuto, e dell'altrettanto meravigliosa prima mossa giocata in partita dal GM Efim Geller. Ma prima di andare avanti, fatemi iniziare chiedendovi: di cosa tratta questa posizione?
Ovviamente ci sono pochi dubbi su chi stia meglio. Il Nero ha un pedone extra in un finale di Torri e, cosa ancora più importante, succede che questo pedone sia passato e avanzato, ben posizionato sulla colonna 'a', così da renderlo un'arma incredibilmente pericolosa. Comunque, come probabilmente sapete, i finali di Torri non sono facili da vincere, ed ho sentito più di una volta l'espressione "tutti i finali di Torri sono pari", per non menzionare quelli sperimentati molte volte  nelle mie stesse partite.
Per giunta, in questo caso particolare la patta è ancora più facile di quanto potreste pensare. Perchè? A causa del fatto che di solito c'è bisogno di più che il vantaggio materiale di un singolo pedone per vincere un finale di Torri, e qui è tutto quello che il Nero ha in più. Oltre tutto, c'è l'altro problema della Tg4, intrappolata dai suoi stessi pedoni, ma certamente l'apparenza ci dice che questo problema sarà eliminato alla prossima mossa, con il cambio forzato del pedone f4.
Ma parliamo adesso delle Torri... Mentre quella del Nero è in una posizione ovviamente buona, siccede però che sia minacciata. Infatti il Nero dovrà mettere la massima attenzione quando cercherà di muovere la propria Torre. Per esempio, muovendola in b4 perderebbe in un secondo, dato che il pedone in f4 è non solo pronto al cambio, ma lo farà con scacco. E l'effetto collaterale di questo scaco, l'apertura della 4ª traversa, non solo permetterà alla Torre bianca di diventare istantaneamente attiva, ma le permetterà anche di catturare la Torre nera alla prossima mossa.
Muovere la Torre nell'unica altra casa non controllata, e1, non è neanche molto meglio, a causa dello stesso cambio di pedoni in e5 che è poi seguito dalla cattura del pedone a4, cosicchè il Nero perde ogni speranza di vittoria. Allo stesso modo il Nero non può pensare a difendere la Torre: dopo 1..., Rf5; 2.Tg5+ di nuovo il Nero avrà la Torre attaccata. E allora, quali alternative rimangono per la prima mossa del Nero? Bene, 1..., Td4+; certamente è da considerare in virtù del fatto che è uno scacco, ma l'altra faccia della medaglia è che in realtà essa "aiuta" il Bianco a portare il proprio Re più vicino al pedone 'a', ed inoltre non aiuta neanche a risolvere il maggiore problema del Nero: dopo 2.Rc3 la Torre ancora una volta non ha una buona casa dove andare e si presenta sempre il cambio in e5 come minaccia.
Bene, certamente sembra che abbiamo esaurito tutte le possibilità. O no?. Cosa dire dell'idea di difendere indirettamente la Torre creando invece una minaccia, come diciamo 1..., h5?. Sfortunatamente, ancora non funziona, perchè dopo 2. fxe5+ il Bianco ancora una volta guadagnerà qualcosa, se non la Torre, almeno il pedone a4. Ma, ancora, l'idea di creare una minaccia sembra molto buona: ci sono altri modi per farlo? Ma certo! La semplice avanzata del pedone 'a'!. Infatti, dopo 1..., a3; il Bianco non può catturare la Torre perchè dopo 2..., a2; anche prendendo successivamente il pedone in e5 con scacco non ottiene abbastanza tempi per fermare la promozione del pedone 'a'.
Ma prima di gridare vittoria, ricordiamoci che il Bianco può ancora giocare 2. fxe5+, invece di prendere la Torre. Dopo la forzata 2..., Txe5; il Bianco può allora giocare 3. Ta4 ed improvisamente non c'è modo per il Nero di mantenere il possesso dell'amato pedone 'a'. Sembra proprio che il Bianco otterrà la patta, dopo tutto. 





Bene, nel bel mezzo di tutto questo, il Nero giocò forse la mossa più sorprendente: 1..., Rg7!!. Assolutamente fantastica, difficilmente le parole possono descrivere l'apparente assurdità di questa mossa. Non solo il Nero non fa assolutamente nulla per difendere la propria Torre, ma sta anche facendo l'esatto opposto di quello che si suppone si debba fare in un finale, egli ha DECENTRALIZZATO il proprio Re. Come può uno anche solo pensare a una mossa del genere, per non dire giocarla?


La risposta sta in una comprensione molto profonda della posizione, qualcosa che odio ammettere, non ho ancora raggiunto. Vedete, siamo partiti con l'assunto che la nostra Torre fosse minacciata. Nemmeno per un secondo abbiamo messo in discussione questo assunto e neanche ci siamo chiesti "può il Bianco veramente catturare la nostra Torre?". Se l'avessimo fatto, avremmo realizzato che in realtà, prendendo la Torre, il Re bianco non solo si sarebbe portato troppo lontano dal pedone 'a' per poter tornare indietro in tempo a fermarlo, ma si sarebbe anche posizionato sulla 4ª traversa, non dando neppure alla Torre quel tempo sufficiente a fermarlo lei, il pedone 'a'!. Perciò prendere la Torre alla prima mossa NON è una minaccia, da parte del Bianco, invece è la cattura del pedone con scacco quello che causa al Nero tutti i problemi. E allora, se questo è vero, perchè non sbarazzarsi semplicemente del problema togliendo il Re nero da f6?. Sembra semplice, no?
Certo, è semplice, e risulta anche incredibilmente efficace.





Perciò il Bianco ancora non può prendere la Torre. A dispetto del fatto di avere due mosse a disposizione, dopo 2..., a3 (due mosse alla promozione per il Nero cioè e quindi due mosse a disposizione del Bianco per tentare ancora qualcosa), queste due mosse a disposizione non saranno sufficienti a prevenire la promozione. Riguardo inoltre il pedone 'f', adesso non può pensare a fxe5, per colpa dell'inchiodatura fornita dalla Torre nera sulla 4ª traversa. In queste circostanze perciò il Bianco ha ben poche scelte, se non portare il suo Re vicino al pedone 'a' con la mossa 2. Rc3.  Ma dopo 2...,a3; 3.Rb3 è il Nero quello che è pronto a rinunciare facilmente al pedone con 3..., h5! [N.d.T.: In realtà è ancora più forte 3..., Ta4!!]
Il Nero è pronto a perdere il pedone 'a', ma questo solo perchè sa che recupererà nel cambio non uno solo, ma due pedoni, e pure alcune altre cose molto importanti.









Dopo: 4.Tg5, exf4; 5.gxf4, Txf4; il Bianco non ha alcun modo di difendere il suo pedone h4 e il finale risultante con due pedoni in più, connessi e passati sarà uno scherzo vincerlo per un giocatore del calibro del GM Efim Geller.
Posso solo ripetere quanto detto all'inizio della lezione: spero vi siate veramente divertiti con uno dei finali più belli che io abbia mai visto...




---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
N.d.T.: La posizione iniziale è tratta dalla seguente partita (43.ma mossa)
Flohr, Salomon - Geller, Efim (Mosca, 1949)
1.d4 Nf6 2.c4 g6 3.Nc3 Bg7 4.e4 d6 5.Nf3 O-O 6.Be2 e5 7.dxe5 dxe5 8.Qxd8 Rxd8 9.Bg5 Nbd7 10.Nd5 c6 11.Ne7+ Kf8 12.Nxc8 Rdxc8 13.Nd2 Nc5 14.f3 Ke8 15.Be3 Bf8 16.Bxc5 Bxc5 17.Nb3 Bb4+ 18.Kd1 a5 19.a3 Be7 20.a4 Nd7 21.Kc2 Nf8 22.Rac1 Ne6 23.Kb1 Bc5 24.g3 Ra6 25.Bf1 Rb6 26.Kc2 Rb4 27.Bh3 Rxc4+ 28.Kb1 Rxc1+ 29.Rxc1 Bb4 30.Nc5 Bxc5 31.Bxe6 fxe6 32.Rxc5 b6 33.Rxe5 Kf7 34.Rg5 Rd8 35.Kc2 Rd4 36.b3 Kf6 37.h4 e5 38.Rg4 b5 39.axb5 cxb5 40.Kc3 a4 41.bxa4 bxa4 42.f4 Rxe4 43.Kd3 Kg7 44.h5 a3 45.Kxe4 a2 46.hxg6 hxg6 47.Rg5 a1=Q
48.Rxe5 Qc3 49.Rg5 Kf6 50.Kd5 Qd3+ 51.Kc5 Kf7 52.Kc6 Qd4 53.Kb5 Qc3 54.Kb6 Qc4 55.Kb7 Qe6 56.Kc7 Kf6 57.Kb7 Qd6 58.Kc8 Qc6+ 59.Kd8 Qb7 60.Re5 Qb6+ 61.Kc8 Kf7 0-1