Crea sito

La mia analisi: Il materiale è pari. Il Bianco ha il Cavallo per l'Alfiere. L'Alfiere del Nero è un Alfiere "cattivo", in quanto si trova su casa bianca, il colore delle case in cui si trovano addirittura TUTTI i suoi pedoni (per non parlare del fatto che, contemporaneamente, quasi tutti i pezzi del Bianco sono su case di colore opposto, e perciò come se l'Alfiere nero "navigasse nel vuoto"). Tuttavia non è completamente passivo, dato che potrebbe riposizionarsi nella buona diagonale d1-h5, attraverso la casa f5. Nel fare ciò però il Nero dovrebbe preventivamente occuparsi della difesa del debole pedone c6, attualmente sufficientemente difeso appunto solo dall'Alfiere. Il Cavallo del Bianco tenderà naturalmente a riposizionarsi nella forte casa c5 (altrettanto forti sarebbero le case d6 ed f6, se non fosse per il fatto che al momento sono impediti tutti i possibili percorsi per giungervi) oppure, meglio ancora, nella casa b4, da dove attaccherà mortalmente il pedone c6, in batteria con le due già forti Torri del Bianco (che hanno vinto il confronto con le Torri del Nero, dato che sono già ottimamente raddoppiate sulla colonna semi-aperta 'c', su cui si trova appunto il debolissimo pedone c6 del Nero). E' chiaro quindi che la lotta strategica fra i due colori si baserà su questi "percorsi di riposizionamento" dei rispettivi pezzi minori, il Cavallo del Bianco contro l'Alfiere del Nero. In questa lotta il favorito verso la vittoria è senz'altro il Bianco, dato che gode del surplus di attacco al pedone 'c' sulla colonna da parte delle due Torri. E' anche chiaro che il Bianco dovrà iniziare il riposizionamento del proprio Cavallo, tramite c2 o b3, PRIMA che il Nero riesca in qualche modo a giungere col proprio Alfiere in f5, altrimenti il Cavallo resterà bloccato. Diventerà assolutamente passivo ed inferiore all'Alfiere nero, e neppure potrà pensare ad un cambiamento di percorso,ad esempio attraverso la casa f3, dato che potrebbe andare incontro al cambio forzato su f3 stessa a seguito dell'inchiodatura sul Re con Af5-e4. La conclusione sarebbe che il Nero è riuscito a cambiare il suo Alfiere cattivo per il Cavallo buono del Bianco, e questo significherebbe il fallimento della strategia del Bianco: questi DEVE vincere il confronto fra questi due pezzi minori, fare diventare caso mai il suo Cavallo ancora più forte dell'Alfiere, non permettere assolutamente che questo diventi un Alfiere meno "cattivo" o passivo di quanto già non lo sia. Certo il Bianco non può impedire in modo assoluto che il Nero attivi il suo Alfiere in f5, ma come minimo dovrà essere riuscito a sfondare sulla colonna 'c'.
Comunque, il Nero dispone della 1..., b4 per opporsi al piano del Bianco, ad esempio: 1. Cd3, b4; 2. Tc5, Af5; e succede che non solo il Cavallo viene attaccato, ma non può raggiungere nè b4 nè c5, e può solo ritirarsi in f2. E' chiaro che il Bianco non ha raggiunto il suo obiettivo, perciò dovrà trovare il modo di impedire al Nero la spinta in b4. Non soddisfa il Bianco 1. a3, dato che il Nero può spingere lo stesso in b4, realizzando l'apertura della colonna 'b' e ottenendovi controgioco. Credo che le mosse candidate sono: 1) Ta3, 2) Tc5, 3) Te3. La 1. Tc5 è in un certo senso la "meno conservativa", dato che si basa sulla minaccia 1..., b4; 2. Ta5 e il Nero con 2..., Ta8 potrà cambiare quella che era una Tb8 passiva per l'attiva Tc3 del Bianco. Per giunta il Nero rimane con i pedoni in a4 e b4 abbastanza minacciosi...
Insomma, credo che giocherei Ta3, avendo tutto il tempo di giocare Cd3 e poi Cb4, visto che  b4 è stata bloccata.
In precedenza avevo analizzato così: Il materiale è pari. E' una bella lotta fra pezzi minori, un Cavallo contro l'Alfiere. Quest'ultimo è cattivo, ma gode di una certa attività sulla diagonale c8-h3. La maggior parte dei pezzi del Bianco però sono su case nere, perciò l'Alfiere naviga "nel vuoto". La posizione è abbastanza chiara, perciò il Cavallo deve avere, globalmente, un maggior valore rispetto all'Alfiere. Anche le Torri del Bianco hanno maggior valore di quelle del Nero, dato che sono già incolonnate e premono sulla debolezza del pedone in c6. L'unico compito, frustrante, dell'Ad7 in questo momento è quello di difendere appunto la debolezza in c6. Il Bianco gode di maggiore spazio al centro, però il Nero ha a disposizione la spinta in b4, che nell'immediato è molto fastidiosa per il Bianco. Allora questi può pensare di bloccarla con a3, fissando preventivamente tutti i pedoni dell'ala di Donna. Il pedone e5 è libero e avanzato, potrebbe avanzare subito in e6? Il Nero potrebbe rendere "buono" l'Ad7 con la manovra Ad7-f5-e4. Anche dopo 1. a3 il Nero può tentare lo stesso 1..., b4 ed aprire la colonna a o b alle sue Torri. Forse è meglio pensare, anche a costo del sacrificio di un pedone con e6, a chiudere maggiormente la posizione. Oppure 1. Cf3 e se 1..., b4; 2. Tc5 o 2. Te3. Si perde però l'attacco su c6.

La lezione del GM Schwartzman:
Dovrebbero esserci pochi dubbi sul fatto che questa posizione non è di quelle in cui andare alla ricerca di una combinazione. No, è semplicemente troppo calma per essere una posizione di quel tipo. Chiaramente questa posizione è tutta incentrata sulla "strategia", cioè tutta sul miglior modo possibile di sistemare i propri pezzi nelle migliori posizioni possibili. Ma questo NON vuol dire che l'analisi della posizione sia MENO importante!. Al contrario, è in queste situazioni che ogni piccolo dettaglio conta e perciò deve assolutamente essere riconosciuto, valutato, soppesato. Quindi, arriviamo al dunque!

Chi pensate stia meglio?. Secondo la mia opinione, il Bianco. Non è facile spiegarlo, tuttavia. E' chiaramente una "SENSAZIONE GENERALE" il fatto che il Bianco stia molto meglio, ma quando viene il momento di spiegarne il motivo, ecco che tutto si fa più difficile. Il materiale è pari, i Re sono ben al sicuro, e allora perche mai il Bianco sta meglio?. La risposta sta in alcuni FATTORI POSIZIONALI. Prima di tutto viene in considerazione la colonna 'c'. Totalmente sotto il nostro controllo, è una colonna strategicamente vitale, specialmente perchè il pedone c6 del Nero si trova proprio alla fine di essa. Questo pedone è estremamente debole, arretrato e senza alcuna speranza di uscire da questo "buco".
Noi, come Bianco, abbiamo anche un vantaggio di spazio sul lato di Re. In vista della forza dei nostri pedoni su quel lato, questo è definitivamente un buon punto a nostro favore. Tuttavia questo punto è molto ben ricompensato, reciprocamente, sull'altro lato della scacchiera, dalla presenza dei pedoni 'a' e 'b' del Nero, che sono anch'essi estremamente potenti. Ultimo, ma non ultimo, è presente quello che considero essere la caratteristica più forte della nostra posizione: IL CAVALLO!. Si, il nostro Ce1 sembra non stia facendo gran chè, dopo tutto non è esattamente centralizzato. Comunque, quando date anche una sola occhiata alla quantità di case nere incredibilmente deboli sul lato di Donna, non è difficile immaginare quanto potente sarebbe il nostro Cavallo in quelle posizioni. D'altra parte, l'Alfiere nero è certamente un Alfiere non tanto "cattivo". Voglio dire: sembra attualmente piuttosto passivo, ma immaginate solo cosa potrebbe fare se improvvisamente se ne andasse "in gita" fino ad e4, e non sarebbe un viaggio lungo, dato che vi potrebbe arrivare in solo due mosse! Fortunatamente, è impegnato nella difesa del pedone debole in c6. In queste circostanze è difficile immaginare che questo Alfiere possa andare lontano... da qualsiasi parte.
Ma allora, vi chiederete, non dovrebbe essere la mossa migliore semplicemente la più ovvia? Se quelle meravigliose case sul lato di Donna ci stanno aspettando, e il nostro Cavallo è così ansioso di raggiungerle, non dovremmo raggiungerle subito? La risposta è NO!. Comunque, non è così facile capire il perchè ed anche il giocatore coi Bianchi non fu capace di capire la risposta, così egli giocò: 1. Cd3?
Certo, la mossa più ovvia. Il percorso più breve verso c5 passa da d3, così il Cavallo si mette immediatamente in moto. Ma cosa diavolo potrebbe essere sbagliato in questa mossa, vi chiederete? Bene, Boleslawski fu capace di vederlo in un attimo. Il Nero replica con la mossa, facile da vedere 1..., b4 che praticamente forza la replica di 2. Tc5. E' a questo punto che al Nero si presenta una fantastica opportunità, permessa dalla nostra prima mossa. Mi riferisco alla 2..., Af5!.Il Nero coglie perfettamente il momento giusto per slegare il suo Alfiere dalla difesa del pedone c6 ed usa il nostro stesso Cavallo per i suoi scopi, attaccandolo. Così ottiene di migliorare la propria posizione.  Dato che la nostra Torre attualmente occupa c5, questa casa è indispensabile per il nostro Cavallo. Per giunta il pedone in b4 in pratica ha tolto al Cavallo la disponibilità della stessa casa b4!. Così rimane solo la scelta di ritirare il Cavallo con 3. Cf2. Ma il Nero non è soddisfatto: continua a tenere l'iniziativa con la mossa molto forte 3..., b3.
Ancora una volta il Nero può rimandare la difesa del pedone c6 creando una minaccia. Inoltre ancora una volta pone il Bianco di fronte ad una scelta abbastanza difficile. La cattura del pedone b3 prevede da parte del Nero la ricattura con la Torre seguita dall'attacco sul pedone b2 debole, con conseguenze disastrose per il Bianco. A proposito di disastri, guardate solo cosa succederebbe se il Bianco invece prendesse il pedone c6: perderebbe la partita a causa di 4..., a3!!.
In questa situazione, nessuna meraviglia che il Bianco scelga la mossa più sicura 4. a3. Apparentemente tutto sembra tornare a posto per il Bianco. I pedoni sono bloccati in sicurezza sul lato di Donna, il Nero ha 2 grosse debolezze in c6 ed a4 e le cose non sarebbero potuto andare meglio, giusto?. Non esattamente, a causa della mossa che qui il Nero ha pianificato: 4..., Ac2!  Questa è una mossa molto forte! Per prima cosa l'Alfiere interrompe il collegamento tra le due Torri del Bianco, rendendo quella in c1 virtualmente inutile. Allo stesso tempo, sempre l'Alfiere, continua a togliere case al Cavallo ed è certamente diventato molto più forte del Cavallo. Quanto al tentativo di catturare finalmente il pedone c6, a questa cattura il Nero risponderebbe con Thc8 che permetterebbe al Nero di impadronirsi lui della colonna 'c' e raggiugere un vero vantaggio, e non un semplice compenso, al costo di un pedone sacrificato. 
Ecco come continuò la partita: 5. Rf3, Rd7; 6. Re3, Ta8; 7. h4, Ta6; 8. Ch3, Tb8; 9. Cg5, Re7
A questo punto i due giocatori si accordarono per la patta e questo fu un diretto risultato della fortezza molto buona che il Nero aveva pazientemente costruito. In realtà non c'è più niente da fare e nessuno potrebbe biasimare i due giocatori per l'accordo della patta.
Ma cosa è successo? Non era il Bianco che stava molto meglio nella posizione iniziale? La risposta è SI. In verità il Bianco aveva perso una grande opportunità alla sua prima mossa:  1. Tc5!


Cos'è tutto quello che fa questa mossa? La risposta è molto semplice: blocca il piano del Nero di portare in azione l'Alfiere, come visto in partita. Come potete vedere in questo momento l'Alfiere del Nero non può muovere, essendo il pedone c6 sotto attacco, e non c'è alcuna casa cui andare, da dove attaccare il Cavallo. Cosa dire di 1...,b4?.  E' un semplice diverso ordine di mosse che in pratica porta alla stessa conclusione?. Se il Bianco giocasse 2.Cd3 la risposta sarebbe ovviamente SI, ma adesso c'è una mossa che è molto più forte, e cioè 2.Ta5! Questa mossa si avvantaggia subito del pedone debole in a4 e così il Bianco mantiene l'iniziativa, invece di cederla così facilmente come fatto in partita. Inoltre permette il salto al nostro Cavallo fino in c5, una volta che il Nero ha difeso il suo pedone attaccato. E questo è veramente tutto al riguardo! Permettendo al Cavallo di raggiungere ancora b4 o c5, il Bianco sta mantenedo intatte le caratteristiche che rendono la sua posizione migliore, che invece si perdevano nel processo di attivazione dell'Alfiere del Nero. Spesso non c'è niente di più importante del non cedere l'iniziativa, e questa posizione è un bellissimo esempio di tale caso. Se poi il Bianco avrebbe vinto, questa è una buona domanda. Una cosa però è sicura: che il Bianco avrebbe avuto buone chances di vincere!
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
N.d.T.: La posizione iniziale è tratta dalla seguente partita (40.ma mossa):
Boleslavsky, Isaak - Averbakh, Yuri L (Zurigo, 1953)
1.c4 Nf6 2.Nc3 e6 3.Nf3 d5 4.d4 Bb4 5.cxd5 exd5 6.Bg5 h6 7.Bxf6 Qxf6 8.Qa4+ Nc6 9.e3 0-0 10.Be2 a6 11.0-0 Be6 12.Rac1 Bd6 13.Qc2 Rfd8 14.Na4 Ne7 15.Nc5 Bc8 16.e4 Qg6 17.e5 Qxc2 18.Rxc2 Bxc5 19.Rxc5 c6 20.Nd2 a5 21.Rc3 Rf8 22.Re1 g6 23.Bd3 Bf5 24.Bf1 a4 25.h3 Bd7 26.f4 h5 27.Nf3 Kg7 28.Kf2 Rh8 29.g3 Kf8 30.Kg2 Nf5 31.Bd3 Ng7 32.Ng5 Be6 33.Bc2 Ke7 34.Ra3 Nf5 35.Nf3 b5 36.Rc3 Rac8 37.Bxf5 Bxf5 38.Rec1 Bd7 39.Ne1 Rb8 40.Nd3 b4 41.Rc5 Bf5 42.Nf2 b3 43.a3 Bc2 44.Kf3 Kd7 45.Ke3 Ra8 46.h4 Ra6 47.Nh3 Rb8 48.Ng5 Ke7 1/2